L'intervallo di tempo è cambiato nella diagnosi di autismo

I criteri diagnostici per l'autismo sono cambiati. Mentre una diagnosi di autismo è stata fatta quando non c'era contatto visivo nei bambini di età compresa tra 0 e 2 mesi, secondo un nuovo studio, questo intervallo è stato dimostrato di essere di 2-6 mesi. I ricercatori, che hanno seguito i bambini tra i 2 ei 6 mesi di età, hanno anche studiato retrospettivamente i bambini autistici più grandi. Secondo la ricerca pubblicata su Nature Magazine; È un'informazione molto nuova che non ci siano problemi nel contatto visivo nei primi 2 mesi ... In precedenza, i bambini fino a 2 mesi erano chiamati autismo se non avevano il contatto visivo e non si guardavano intorno. Viene fornito un intervallo di tempo diverso in base ai risultati della nuova ricerca. Durante la ricerca, è stata utilizzata l'alta tecnologia per registrare i movimenti oculari dei bambini. Gli esperti hanno osservato che il contatto visivo si è deteriorato, soprattutto dopo il secondo mese.

110 bambini indagati

Atlanta Marcus Autism Center; Ha studiato 110 bambini di età compresa tra 2 e 24 mesi. Dott. Warren Jones ha detto che i bambini esplorano l'ambiente circostante con gli occhi prima di gattonare e camminare e possono monitorare il loro sviluppo sociale e le capacità di apprendimento misurando ciò che stanno guardando e non. Indicando che il contatto visivo nei bambini è importante nella diagnosi precoce dell'autismo, gli esperti hanno affermato che, come risultato dello studio, coloro a cui è stato diagnosticato l'autismo in età avanzata dai bambini esaminati avevano meno contatto visivo con coloro che li circondavano in la loro infanzia.

'NON PREOCCUPARTI'

"Le osservazioni in questi studi non sono qualcosa che le famiglie o i professionisti possono notare. Quindi non vogliamo che le famiglie si preoccupino che i loro bambini abbiano poco contatto visivo. Abbiamo usato l'alta tecnologia in questo studio. Le famiglie non dovrebbero aspettarsi molta differenza senza l'aiuto di tecnologia. "Facciamo uso della tecnologia durante la diagnosi. Il bambino non dovrebbe preoccuparsi di non stabilire un contatto visivo in qualsiasi momento, ma se ci sono gravi disturbi della comunicazione, ha avvertito le famiglie.

COSA DICONO GLI ESPERTI?

Dovrebbero essere diagnosticati fino a 6 mesi

Prof. Dott. Hilal Mocan (Specialista in salute e malattie dei bambini): La diagnosi dovrebbe essere fatta fino al sesto mese. Un lavoro importante. Noi pediatri vediamo ogni mese un bambino fino all'età di un anno. Il bambino dovrebbe essere esaminato accuratamente. È necessario prendere sul serio ciò che dice la famiglia. Potresti non capire, devi prenderti cura di esso. Prenderò in considerazione questo studio. In ogni caso, i miei bambini che vengono ogni mese iniziano a farsi visitare non appena varco la porta, ci tengo molto al contatto visivo. Perché se il trattamento viene iniziato presto (prima dei 3 anni), migliorano.

Le abilità potrebbero non migliorare

Şenay Yılmaz (Specialista in sviluppo infantile): Prima di diagnosticare l'autismo, è richiesto uno screening generale dell'occhio e di tutti gli altri organi. Potrebbero esserci problemi con le capacità motorie degli occhi. In altre parole, si può dire che ci sono carenze di coordinazione tra abilità visive e motorie. Ma non è possibile attribuirlo completamente a un deficit visivo. È possibile diagnosticare l'autismo con esami dettagliati. Le famiglie non dovrebbero essere preoccupate che il bambino non stia stabilendo il contatto visivo nel periodo molto precoce, perché potrebbe non sapere come comunicare.