perché le gengive sanguinano? Come guarisce?

Sanguinamento gengivale

È un importante problema di salute orale che è molto comune nella società e può essere causato da molte malattie gengivali diverse.

Molti studi scientifici hanno dimostrato che il deterioramento della salute orale e dentale influisce negativamente su altri organi del corpo.

Per questo motivo, la carie dentale e le malattie orali, in particolare il sanguinamento gengivale, dovrebbero essere curate e trattate.

Le gengive costituiscono l'infrastruttura della bocca e dei denti. Le gengive sono indispensabili per la salute dei denti, pertanto si consiglia di visitare un medico specialista quando è necessario seguire il sanguinamento gengivale.

Cosa sono le malattie gengivali?

Le malattie parodontali sono malattie infiammatorie che colpiscono anche le gengive e i tessuti ossei che sostengono i denti.

È responsabile del 70% della perdita dei denti negli adulti e delle malattie che coinvolgono le gengive e la mascella.

Le malattie parodontali rispondono facilmente e con successo quando diagnosticate in una fase precoce. Le principali malattie gengivali sono:

Gengivite: La gengivite è l'inizio della malattia gengivale. Le gengive sanguinano, arrossate e ingrossate. La gengivite può non causare molto disagio. Le gengive sanguinanti durante lo spazzolamento dei denti sono generalmente sensibili. Se non trattata, la malattia progredisce in parodontite, causando danni alle gengive e alle ossa che sostengono il dente.

Parodontite: È lo stadio più avanzato delle malattie gengivali. Insieme agli altri tessuti che supportano i denti, si verifica un danno all'osso alveolare. La tasca parodontale appare tra il dente e la gengiva. In questa tasca, i batteri iniziano a riprodursi rapidamente.

Perché è una piccola area che non può essere pulita. Come sintomo, i denti iniziano a tremare con la progressione della malattia e può arrivare anche all'estrazione. Le gengive possono essere facilmente separate e rimosse dai denti.

Si possono vedere perdite infiammatorie tra i denti e le gengive e il tremolio dei denti. In effetti, il paziente nota che i suoi denti stanno divergendo nel tempo.

Perché c'è mobilità nell'osso alveolare poiché c'è distruzione a livello cellulare. C'è un alito cattivo costante.

Tuttavia, le malattie parodontali a volte possono raggiungere stadi avanzati senza alcun sintomo.

Per questo motivo, è estremamente importante andare dal dentista ed essere visitati regolarmente.

Le malattie gengivali si verificano anche nei bambini. Si possono vedere sanguinamento, gonfiore e arrossamento delle gengive.

Ciò è spesso causato da una spazzolatura insufficiente o dall'impossibilità di pulire i denti affollati. Questi risultati si riscontrano in contusioni non trattate e otturazioni traboccanti.

Quali sono le cause delle malattie gengivali?

Placca batterica: La principale causa di malattie gengivali; È una placca batterica, uno strato appiccicoso e trasparente che aderisce saldamente al dente. Quando l'igiene orale è inadeguata, si forma una placca batterica che colpisce i denti e le gengive.

Un milligrammo della piastra contiene tra 200 e 500 milioni di batteri. Inoltre, i seguenti fattori influenzano da vicino la salute delle gengive.

Sigaretta: Il fumo provoca molte malattie importanti come il cancro, i polmoni e le malattie cardiache. Oltre a tutto ciò, è anche molto dannoso per la mucosa orale e le gengive, provocando lo sviluppo di malattie gengivali.

Fattori genetici: Secondo le ricerche, esiste una predisposizione genetica del 30% nelle malattie gengivali. Inoltre, con una scarsa igiene orale, la probabilità di sviluppare malattie gengivali aumenta di 6 volte. Se c'è una persona con problemi gengivali in famiglia, uno specialista in malattie gengivali (parodontologo) deve essere visitato da altri membri della famiglia.

Cambiamenti ormonaliL'igiene orale deve essere presa in considerazione durante periodi di intensi cambiamenti ormonali come gravidanza, pubertà, menopausa, mestruazioni. Le gengive diventano più sensibili durante questi periodi e la suscettibilità alle malattie gengivali aumenta.

Fatica: Fatica; Oltre ad essere una delle cause di molti disturbi come l'ipertensione e il cancro, è anche uno dei fattori di rischio delle malattie gengivali. La ricerca ha dimostrato che lo stress, comprese le malattie parodontali, rende difficile per il corpo combattere le infezioni.

Uso di farmaci: Pillole anticoncezionali, antidepressivi, farmaci per il cuore influenzano da vicino la salute orale. Pertanto, se è necessario assumere uno di questi farmaci, il dentista deve essere informato e si deve prestare attenzione all'igiene orale.

Stringendo o digrignando i denti: Provoca la distruzione del tessuto parodontale riducendo la forza tra denti e gengive. Uno dei motivi della recessione gengivale è il serraggio dei denti. Questo serraggio deve essere interrotto attaccando una piastra notturna.

Diabete - diabete: I pazienti diabetici appartengono al gruppo ad alto rischio di infezione parodontale (gengivale). I controlli gengivali di routine devono essere eseguiti da uno specialista delle gengive e deve essere prestata attenzione all'igiene orale.

Malnutrizione: Induce il sistema immunitario (immunitario) del corpo a indebolirsi e, di conseguenza, diventa difficile combattere altre infezioni, comprese quelle gengivali.

Ponti corone e otturazioni mal realizzati: Filler, corone e ponti che premono sulle gengive e traboccano causano problemi alle gengive.

Come viene eseguita la cura delle malattie gengivali?

Il trattamento parodontale ha lo scopo di curare le malattie dei tessuti molli e duri che circondano i denti e di correggere la distruzione causata da queste malattie.

Pertanto, la prima fase del trattamento è quella di pulire la placca dentale, che è la causa principale della malattia, da parte del paziente utilizzando uno spazzolino, filo interdentale, spazzolino da interfaccia e rimuovere i detriti sui denti dal dentista con strumenti speciali .

Questa fase, chiamata trattamento iniziale, è alla base delle procedure parodontali.

Può essere un metodo di trattamento autonomo per la gengivite semplice o può essere utilizzato in preparazione per l'operazione parodontale nei casi avanzati.

Gengive infiammate, ingrossate, sfuggenti; L'intervento parodontale è la procedura chirurgica che utilizza biomateriali ausiliari (polvere ossea, membrana, ecc.) Quando è mirata la formazione di nuovo osso, che di solito viene eseguita in anestesia locale per trattare le lacune (tasche) e il riassorbimento osseo che si sono verificati a causa dello scioglimento delle ossa mascellari tra i denti e le gengive.

Le operazioni parodontali possono interessare le gengive o qualsiasi tessuto che circonda i denti. Se la malattia riguarda solo le gengive, le gengive ingrossate vengono tagliate e rimosse dall'ambiente orale.

Quando progredisce verso i tessuti profondi e si verifica il riassorbimento osseo, viene applicata un'operazione diversa.

Le gengive vengono sollevate, i tessuti infiammati vengono puliti, l'osso viene corretto o vengono applicati vari biomateriali per creare nuovo osso.

La gomma viene quindi posizionata e cucita per coprire l'osso e il tessuto viene lasciato guarire. Le suture vengono rimosse dopo 1 o 2 settimane.

Dopo l'operazione, i controlli sono richiesti ad intervalli di 3 - 6 mesi. Con il trattamento, si prevede che l'infiammazione venga eliminata, la progressione della malattia si arresti, si formi un ambiente orale in cui il paziente possa pulirsi efficacemente e, nell'uso dei biomateriali, il tessuto distrutto a seguito della malattia dovrebbe essere ricostruito.

Come risultato di tutto ciò, le persone possono usare i denti in sicurezza per molti anni.