Prestare attenzione agli ultrasuoni e ai raggi X durante la gravidanza

Exp. Dott. Ebru Güzel ha affermato che "in alcune condizioni di salute possono essere necessarie pellicole radiografiche o per tomografia, sebbene siano viste negativamente. Tuttavia, queste pellicole girate utilizzando i raggi X contribuiscono alla diagnosi e al trattamento delle malattie che si sviluppano nel corpo, dall'altro mano, causano seriamente l'emissione di radiazioni. Tali problemi sono per lo più visti in questi gruppi in gravidanza. Tuttavia, studi su questo argomento rivelano che la possibilità di danni al feto è molto bassa nelle gravidanze che ricevono 5 raggi rad e meno ", ha detto. "Se la procedura a raggi X viene eseguita tra la 2a e l'8a settimana e solo una volta, non danneggerà il bambino", ha detto Güzel, "Se la velocità di radiazione presa a causa della radiografia è inferiore a 5 rad (50 mGy ), non vi è alcun rischio per il bambino. Se più di 5 rad, può essere richiesta l'interruzione della gravidanza L'informazione più importante da sapere è che 5 rad è una dose elevata che non può essere raggiunta da nessuna tecnica radiologica se più di un esame ha non è stata eseguita. Nelle radiografie di aree come denti, polmoni, testa, braccia e gambe, la radiazione non sarà diretta verso la parte inferiore dell'addome, quindi l'energia emessa sarà bassa. Pertanto, non ci sarà alcun rischio di ritardo dello sviluppo o disabilità congenita del bambino Se necessario, è necessario ottenere un supporto esperto. si possono indossare abiti. Tuttavia, se la futura madre non ha un problema tale da mettere a rischio la sua salute, sarebbe più appropriato lasciare la radiografia dopo la nascita.

La risonanza magnetica e gli ultrasuoni non sono nocivi

Affermando che Mr e Ultrasound non sono dannosi durante la gravidanza, Güzel ha detto: "Un altro problema che suscita curiosità sul processo di gravidanza è se le procedure di risonanza magnetica e ultrasuoni causano danni alla salute della madre e del bambino. Studi condotti fino ad ora hanno dimostrato che USG no hanno un effetto teratogeno sul feto. Pertanto, può essere fatto in sicurezza durante la gravidanza. Non ci sono radiazioni ionizzate nella risonanza magnetica. "Non è consigliabile farlo se non c'è emergenza nel primo trimestre e si consiglia di lasciarlo al prossimo trimestre. "