Come si applica la microchirurgia? Che cosa? Perché è necessario?

Cos'è la microchirurgia?

È l'applicazione di piccole applicazioni chirurgiche che non possono essere eseguite ad occhio nudo con l'ausilio del microscopio operatorio. Oggi, il microscopio operatorio è ampiamente utilizzato in chirurgia oculare, neurochirurgia e alcuni altri rami. In generale, quando si parla di microchirurgia, viene in mente che parti del corpo come dita, mano-braccio, gamba che vengono tagliate dopo un trauma vengono ricucite al loro posto.

Come si applica la microchirurgia?

Cos'è la microchirurgia?

Informazioni sulla microchirurgia;

In questa tecnica, il microscopio chirurgico ingrandisce il campo chirurgico e si ottiene una visione dettagliata dei tessuti come i nervi vascolari molto sottili. Chirurghi esperti, che hanno seguito un lungo periodo di formazione in questo campo, eseguono operazioni di microchirurgia con materiali di sutura molto sottili che sono appena percettibili ad occhio nudo.

Dal punto di vista della funzione dei nostri organi feriti, la riparazione dei nervi danneggiati con metodi microchirurgici consente risultati molto migliori.

Perché è necessaria la microchirurgia?

Tutti i tessuti e gli organi che vivono nel nostro corpo hanno bisogno della circolazione sanguigna. Il sangue pompato dal nostro cuore raggiunge questi tessuti attraverso le arterie e trasporta l'ossigeno e altri bisogni fondamentali di cui hanno bisogno. Le vene che escono dal tessuto rimuovono anche l'anidride carbonica e altri materiali di scarto che si formano qui.

In breve, la vitalità di un tessuto dipende dal costante apporto di sangue ad esso e dal ritorno delle cellule qui dopo aver completato lo scambio di gas e sostanze di cui hanno bisogno.

Dal punto di vista della funzione dei nostri organi feriti, la riparazione dei nervi danneggiati con metodi microchirurgici consente di ottenere risultati molto migliori.

Cosa succede se non è possibile eseguire la microchirurgia?

Alcuni dei nervi del nostro corpo portano la sensazione sensazione creata dai recettori nella pelle al cervello e ci consentono di percepire gli effetti del mondo esterno come caldo-freddo, bruciore, bruciore e dolore trasmettendoli al nostro cervello. Un'altra parte delle fibre nervose, invece, trasmette i comandi che creiamo con la nostra volontà dal cervello ai nostri muscoli, consentendo loro di agire secondo i nostri desideri e di seguire i comandi del nostro cervello. A causa del taglio di alcuni nervi, queste funzioni non possono essere eseguite e quest'area del paziente rimane permanentemente insensibile a causa della perdita di sensibilità. Non può proteggersi dai danni del mondo esterno, le ferite si aprono e si verificano ustioni.

Ancora una volta, a causa del danno ai nervi che trasportano i comandi dal cervello, questi comandi non possono raggiungere i nostri muscoli volontari e questi muscoli che perdono i nervi si paralizzano, la perdita permanente di movimento viene risolta.

Per questo motivo, affinché gli organi mantengano la loro vitalità e abbiano funzioni sufficienti, è necessario riparare vasi e nervi con tecniche microchirurgiche. Questi interventi hanno successo solo se applicati con zero errori. Per avere successo, un chirurgo paziente può acquisire anni di formazione ed esperienza. In caso contrario, potrebbe verificarsi la perdita di un arto o un guasto funzionale.

Come viene eseguito l'intervento chirurgico con metodo a cielo aperto o microchirurgico, quali sono le differenze?

Il paziente viene addormentato in anestesia generale. In posizione prona, i tessuti della pelle vengono fatti passare attraverso un taglio nella zona della vita e la spessa membrana che circonda i muscoli viene aperta. I muscoli della vita vengono strappati dall'osso. Una parte dell'osso chiamata "lamina" situata dietro la colonna vertebrale e il tessuto connettivo tra le vertebre vengono rimossi e vengono raggiunti il ​​midollo spinale e il nervo. Il nervo viene tirato da parte con strumenti speciali e il tessuto erniario che comprime il nervo viene rimosso. Quindi gli strati aperti vengono cuciti e chiusi.

Non c'è differenza tra chirurgia a cielo aperto e microchirurgia in termini di logica. Tuttavia, durante la microchirurgia, il chirurgo utilizza un microscopio. La funzione del microscopio è illuminare i tessuti con cui sta lavorando il chirurgo e ingrandire l'immagine. In questo modo, il chirurgo provoca meno danni ai tessuti normali rispetto alla chirurgia a cielo aperto. L'incisione cutanea è più piccola. Pertanto, la membrana che circonda i muscoli viene aperta più piccola. Una quantità minore di massa muscolare viene rimossa dall'osso. La quantità di tessuto osseo e connettivo rimossa è inferiore. Pertanto, dopo la microchirurgia, i pazienti possono avere una vita normale e lavorativa più velocemente rispetto alla chirurgia a cielo aperto.