Il cancro nasale si diffonde nei giovani

Il rinofaringe (passaggio nasale) è il nome di una cavità cieca situata dietro il naso, all'incirca al centro della nostra testa. La cavità nasale si trova dietro la cavità nasale, alla base del cranio e in un'area che si apre nell'orecchio medio attraverso la tromba di Eustachio. È difficile da rilevare nelle prime fasi a causa di disturbi simili con altre malattie dell'orecchio, del naso e della gola e per la tardiva consultazione del paziente con il medico.

Specialista in Radioterapia Oncologica Prof. Dott. Enis Özyar afferma che sebbene i tumori rinofaringei siano visti principalmente nei paesi asiatici, in particolare in Cina, si verificano meno frequentemente negli Stati Uniti e in Europa.

In Turchia, la malattia si è verificata relativamente più frequentemente, a differenza di altri tumori, era più comune nella fascia di età più avanzata negli anni precedenti; Afferma che l'incidenza di questo tipo di cancro è aumentata nella fascia di età 10-20 nel nostro paese. Sebbene la causa esatta della malattia sia sconosciuta, il consumo di cibo affumicato, il contatto con sostanze chimiche, l'infezione da virus Epstein-Barr (EBV) e le infezioni nasali croniche sono tra i fattori di rischio suggeriti. Ci sono dubbi che i matrimoni consanguinei siano tra le possibili ragioni del suo verificarsi nella fascia di età precoce.

Fornendo informazioni sui sintomi del cancro adenoide, il Prof. Dott. Enis Özyar li elenca come segue:

Congestione nasale

• Sanguinamento dal naso

Discorso nasale e disturbi del linguaggio

Perdita dell'udito singola o bilaterale, ronzio (dovuto all'accumulo di liquidi nell'orecchio medio)

Gonfiore al collo (uno o entrambi i lati)

• Strabismo, visione doppia, disturbi visivi

• Intorpidimento del viso, formicolio, dolore

Disturbi dell'olfatto

• Bere liquidi provenienti dal naso

PUO 'SPARGERSI SU POLMONI, OSSA E TESSUTI LONTANI

Affermando come viene diagnosticata la malattia, il Prof. Dott. Enis Özyar, "Se un otorinolaringoiatra viene consultato a causa dei reclami dichiarati, l'area nasale può essere chiaramente visualizzata con l'aiuto di un endoscopio durante l'esame obiettivo." Metodi di imaging come tomografia computerizzata (TC), risonanza magnetica (MRI) , la tomografia a emissione di positroni (PET). " Affermando che la diagnosi definitiva della malattia è fatta dalla valutazione patologica della biopsia prelevata dalla zona nasale in anestesia locale o generale, il Prof. Özyar afferma: "I tumori della rinofaringe (nasale) possono diffondersi al naso, al palato, alla faringe e sopra il cervello crescendo verso l'ambiente. Può diffondersi ai linfonodi del collo e successivamente a tessuti distanti come polmoni e ossa, facendo salti regionali.

IL TRATTAMENTO DI SUCCESSO PU ESSERE

Fornendo varie informazioni sul trattamento della malattia, il Prof. Dott. Enis Özyar afferma quanto segue:

• A seconda dello stadio della malattia, viene applicata solo la radioterapia oppure vengono utilizzate insieme radioterapia e chemioterapia.

• La chirurgia ha un posto limitato nel trattamento dei tumori di questa regione. In questi pazienti, viene applicato un trattamento chirurgico per eseguire la biopsia e per collegare un tubo di ventilazione al timpano in presenza di liquido nell'orecchio.

• La chirurgia può essere applicata anche al tumore nasale in alcuni pazienti idonei, resistenti a radioterapia e chemioterapia o recidivanti.

• Il trattamento di questa malattia ha un discreto successo rispetto ad altri tumori. La parte più importante del successo del trattamento è l'accurata determinazione della diffusione della malattia, l'uso di tecniche radioterapiche avanzate e l'aggiunta della chemioterapia al trattamento nei casi appropriati. La radioterapia con regolazione dell'intensità (IMRT) viene utilizzata come tecnica di radioterapia. L'obiettivo è proteggere le cellule tumorali bersaglio ad una dose elevata e proteggere i tessuti sani circostanti ad alta velocità. Questo trattamento è importante in termini di successo nel trattamento della malattia, oltre a ridurre gli effetti collaterali che possono verificarsi nel periodo tardivo.

Fonte: Haber7