Cos'è il dolore fantasma? Come viene trattato il dolore fantasma?

Tre condizioni di dolore possono verificarsi con l'amputazione di un arto nel corpo. Questi:

Dolore fantasma: Dolore all'arto amputato

Dolore al moncone: Dolore nella parte che rimane dopo l'amputazione dell'arto

Sensazione fantasma: La sensazione che l'arto amputato sia ancora al suo posto. Può anche essere accompagnato da bruciore e formicolio.

Il dolore fantasma è innescato dai cambiamenti meteorologici, dalla pressione sulle parti rimanenti dopo l'amputazione, dallo stress emotivo e dalla stanchezza.

Il dolore inizia pochi giorni dopo l'operazione. Sebbene diminuisca e scompaia nel tempo in alcuni pazienti, a volte può continuare per molti anni.

La causa del dolore fantasma non è nota esattamente. Sebbene in precedenza si pensasse che fosse un dolore psicologico a causa del rifiuto del paziente di accettare la disabilità, la ricerca ha rivelato che la fonte del dolore non è esattamente ragioni psicologiche. Si pensa che i centri cerebrali legati al dolore causino questo dolore.

Il dolore fantasma è più comune nei pazienti che avvertono un dolore prolungato nell'arto coinvolto prima dell'amputazione del braccio o della gamba.

Come dovrebbe essere trattata?

Il dolore fantasma è molto difficile da trattare. Vari farmaci vengono utilizzati principalmente nel trattamento. Non esiste un farmaco specifico per il trattamento del dolore fantasma. Possono essere provati molti farmaci diversi. Un farmaco che funziona per un paziente potrebbe non funzionare per un altro paziente. La calcitonina, vari farmaci per la depressione, i farmaci per l'epilessia, gli antidolorifici derivati ​​dalla morfina e alcuni altri farmaci vengono provati nel trattamento farmacologico.

La TENS può essere applicata a pazienti che non rispondono alla terapia farmacologica. La TENS è la cessazione della trasmissione del dolore mediante stimolazione elettrica dagli elettrodi attaccati alla pelle. La TENS è efficace nel dolore al moncone, non nel dolore fantasma. Tuttavia, la TENS è utile in quanto la presenza di dolore al moncone può anche aumentare il dolore fantasma. Allo stesso scopo, è possibile effettuare iniezioni di anestetico locale nell'arto residuo.

Il trattamento interventistico viene applicato a pazienti che non migliorano con i farmaci e non rispondono alla TENS. A tal fine, si può tentare il blocco del nervo simpatico, si può fornire la stimolazione elettrica da una batteria attraverso sottili elettrodi posti nel midollo spinale, oppure si può effettuare la stimolazione cerebrale profonda.

Nonostante tutti questi metodi, a volte il dolore fantasma può essere resistente a tutti i trattamenti. In questo caso, ciò che il paziente deve fare è imparare come affrontare il dolore. È un metodo per distogliere l'attenzione dal dolore e verso altri luoghi. Leggere libri o ascoltare musica può essere utile a questo scopo. Essere fisicamente in forma con attività come esercizio fisico, nuoto e camminare fa sentire meno il dolore. È utile cercare consulenza psicologica e unirsi a gruppi di terapia con altri pazienti con dolore fantasma.