Cos'è il cancro ai polmoni? Quali sono i sintomi?

Cos'è il cancro ai polmoni?

Il polmone è il nostro organo che fornisce la richiesta di ossigeno del nostro corpo. Come ogni organo, il nostro polmone è composto da molte cellule. Queste cellule si dividono e si moltiplicano in linea con la necessità che i polmoni funzionino normalmente.

Il cancro del polmone è la formazione di una massa (tumore) nel polmone mediante la proliferazione di cellule dal tessuto polmonare strutturalmente normale per necessità e controllo.

La massa formata qui cresce principalmente nel suo ambiente e, in fasi successive, si diffonde ai tessuti circostanti o in proporzioni distanti attraverso la circolazione (come fegato, ossa, cervello, ecc.), Causando danni.

Questa diffusione è chiamata metastasi. I tumori polmonari sono divisi in due gruppi principali in base alle immagini delle cellule osservate al microscopio.

1. Carcinoma polmonare a piccole cellule (cellule d'avena) 2. Carcinoma polmonare non a piccole cellule. Questi sono separati secondo l'immagine della cellula cancerosa vista al microscopio.

Carcinoma polmonare non a piccole cellule

Costituisce il 75% di tutti i tumori polmonari. Si compone di tre gruppi come cellule squamose, grandi cellule e cancro adeno.

Carcinoma polmonare a piccole cellule

Questo tipo meno comune ha un decorso molto rapido e quando viene diagnosticato, spesso sembra essersi diffuso ad altre parti del corpo.

Quali sono i fattori di rischio?

Fumo di sigaretta, sigaro, pipa (tabacco): è il più importante fattore di rischio di cancro ai polmoni che è stato dimostrato oggi. Grazie al successo nella prevenzione del fumo nei paesi con un livello socioeconomico sviluppato, la prevalenza del cancro ai polmoni è diminuita notevolmente in questi paesi. Il rischio diminuisce 5 anni dopo aver smesso di fumare, ma non si esaurisce completamente. Anche le persone che non fumano ma che fumano in giro sono a questo rischio, quindi il modo migliore per prevenire il cancro ai polmoni è non iniziare mai a fumare.

Amianto: È utilizzato nelle miniere, nella costruzione navale, nei materiali isolanti. Provoca irritazione a lungo termine alle vie respiratorie.

Radon: È un gas radioattivo inodore che si trova naturalmente nelle case e nel suolo.

Tubercolosi (tubercolosi): Il cancro del polmone può svilupparsi nell'area del polmone in cui si trova questa malattia.

Precedente cancro ai polmoni: C'è il rischio di sviluppare un secondo cancro in coloro che sono stati operati una volta per cancro ai polmoni o che hanno ricevuto radioterapia. Anche il fumo aumenta questo rischio.

Quali sono i sintomi?

Fino a quando la malattia non raggiunge stadi molto avanzati, potrebbe non causare reclami significativi. Questo carattere insidioso è il fattore più importante che rende il cancro ai polmoni così pericoloso.

Se sei un fumatore e una persona con bronchite cronica a causa di ciò, la continuità di disturbi stagionali di tosse ed espettorato, presenza di sangue nell'espettorato, aumento della mancanza di respiro, in particolare il dolore toracico alla schiena tra le scapole o le spalle sono lamentele che dovrebbero far sorgere il sospetto di cancro.

Tuttavia, nelle prime fasi della malattia, si osservano disturbi come anoressia, debolezza, perdita di peso e sudorazione, principalmente senza nessuno di questi.

Quali sono le fasi della malattia? (Messa in scena)

Dopo la diagnosi di cancro, il medico determinerà prima l'entità della malattia o, in altre parole, lo stadio (stadio) della malattia. Malattia;

Stadio I se solo in una piccola parte del polmone,

Fase II se è passato ai linfonodi più vicini,

Stadio III, se si è diffuso alla membrana che circonda il polmone o allo spazio tra i due polmoni chiamato mediastino o ghiandole polmonari,

Se si è diffuso a organi distanti come fegato, ossa, ghiandole surrenali, si chiama stadio IV.

Per determinare lo stadio corretto, il medico potrebbe aver bisogno di richiedere una radiografia del torace, una tomografia computerizzata del torace e dell'addome o una risonanza magnetica, una scintigrafia ossea o una tomografia computerizzata del cervello.

Per capire se la malattia è nella fase appropriata per l'intervento chirurgico, un esame chiamato mediastinoscopia, che include l'esame della cavità del mediastino con un'incisione praticata dal collo con un tubo luminoso e il prelievo di campioni dai linfonodi durante questa procedura, può anche essere eseguita.

Se il liquido si è accumulato tra le due foglie della membrana pleurica, il medico entrerà attraverso le costole con un ago e preleverà un campione di questa acqua per l'esame patologico.Questa procedura è chiamata toracentesi.

Come viene trattata?

Trattamento del cancro del polmone non a piccole cellule:

Nelle prime fasi della malattia (stadio I e II, alcuni pazienti in stadio III), il tessuto tumorale può essere rimosso chirurgicamente rimuovendo parte del tessuto intatto dall'area circostante e talvolta rimuovendo un intero lobo polmonare. In generale, non è necessario alcun altro trattamento nei casi in cui viene completamente rimosso chirurgicamente e non sono presenti malattie nell'ambiente.

Dopo l'operazione, il medico la chiamerà periodicamente per un controllo. Raramente, la radioterapia (radioterapia) può essere raccomandata per alcuni pazienti dopo l'intervento chirurgico.

I principali trattamenti per il cancro del polmone in stadio III, che non possono essere rimossi chirurgicamente, sono la radioterapia (radioterapia), la terapia farmacologica (chemioterapia) e la radioterapia, due metodi applicati in sequenza in questi pazienti.

Nello stadio IV del cancro del polmone, la chemioterapia prolungherà la durata della tua vita fino a 3-6 mesi e ridurrà i disturbi della malattia.

Tuttavia, in questa fase, la decisione finale sul trattamento dovrebbe essere presa dopo aver consultato te e la tua famiglia.

Se esiste la possibilità di compromettere la qualità della vita a causa degli effetti collaterali di un'opzione di trattamento che non dovrebbe prolungare la vita, sarebbe opportuno discutere questo problema con il medico.

Nello stadio IV della malattia, la radioterapia viene applicata in caso di dolore correlato al cancro, sanguinamento o diffusione alle ossa o al cervello.