Malattia di Hodgkin: che cos'è, fattori di rischio, sintomi, diagnosi e trattamento

MORBO DI HODGKIN

Una parte importante del sistema immunitario è il sistema linfatico. In caso di malattia o di infezione del corpo, il sistema linfatico aumenta la resistenza delle difese del corpo e aiuta a combattere. Ci sono vasi che chiamiamo vasi linfatici appartenenti a questo sistema e contengono fluido linfatico. Queste vene sono proprio come i vasi sanguigni, ma il fluido che trasportano è incolore. Questo fluido (fluido linfatico) contiene cellule linfocitarie. Queste cellule combattono le infezioni e proteggono il corpo.

Oltre a questo, ci sono strutture chiamate linfonodi in questo sistema. Queste ghiandole si trovano in strutture come il torace, il collo, l'addome, sotto il braccio e lo stomaco. Milza, timo, midollo osseo e tonsille sono parti del sistema linfatico.

La malattia di Hodgkin è un tipo di cancro. Normalmente, le cellule si dividono in un certo ordine e sotto controllo, quando necessario. In questo modo il corpo è equilibrato e sano. Nel caso del cancro, le cellule continuano a dividersi anche se la divisione non è necessaria. La quantità di cellule aumenta nel sito di divisione e si forma una massa di tessuto. Questo si chiama tumore. Non tutti i tumori sono cattivi. Ci sono anche tumori che chiamiamo benigni. Questi tumori sono maligni nella malattia di Hodgkin. Tendono a diffondersi dopo il tessuto in cui emergono. Dopo che è stato visto in un singolo linfonodo o in pochi, può essere visto anche in altre regioni. Può anche diffondersi a tutto il corpo.

QUALI SONO I FATTORI DI RISCHIO IN HODGKIN?

La causa della malattia non è ancora nota con certezza. Tuttavia, sono stati identificati alcuni fattori che si pensava fossero efficaci nell'emergere di hodgki. Tutti questi fattori potrebbero non essere visti nella stessa persona. Ci sono molti pazienti che contraggono questa malattia anche se non hanno questi fattori.

Grazie agli studi condotti negli ultimi anni, è diventato chiaro che una delle cause di questa malattia è l'EBV (virus epstein-barr). Questo virus, il tipo più comune nel nostro paese, è stato rilevato nel 70% dei pazienti Hodgkin. Il fatto che l'infezione causata da EBV si sia verificata prima di Hodgkin in questi studi supporta l'idea che questo virus sia l'agente eziologico.

Oltre a questo, si ritiene che anche i fattori genetici abbiano un ruolo in questa malattia. Potrebbe esserci un passaggio dalla famiglia. Come risultato delle ricerche, la possibilità di contrarre questa malattia è aumentata in quelli con la malattia di Hodgkin nei loro fratelli.

La malattia di Hodgkin, che è più comune negli uomini che nelle donne, si verifica spesso tra i 15 ei 34 anni. Pertanto, si ritiene che anche l'età e il sesso giochino un ruolo efficace.

SINTOMI DI HODGKIN

La malattia di Hodgkin (linfoma di Hodgkin) è suddivisa in 4 sottotipi. Questi; Si dividono in sclerosi nodulare, tipo cellulare misto, tipo linfocitario abbondante e tipo povero linfocitario. Di questi, il tipo cellulare misto è il tipo Hodgkin, che è il tipo più comune nel nostro paese.

Il motivo per cui i pazienti devono consultare un medico è solitamente l'ingrandimento dei linfonodi. Queste escrescenze si verificano spesso nell'inguine, nel collo e nell'ascella. Questi gonfiori possono essere indolori. Perché non esiste dolore nel gonfiore all'inizio del cancro.

Oltre a questi, si osservano anche sintomi come sudorazione notturna, febbre, perdita di peso di causa sconosciuta, prurito cutaneo e anemia. Questi sono per lo più visti nella fase successiva della malattia (fase 3 e 4). Si verificano nel tipo peggiore di Hodgkin. Questi sintomi non sono specifici della malattia di Hodgkin e gli stessi sintomi possono essere visti in un'altra malattia. Pertanto, con la diagnosi precoce, il trattamento è possibile indipendentemente dalla malattia.

DIAGNOSI DI HODGKIN

Se si sospetta la malattia di Hodgkin a seguito dei reclami del paziente al medico, il medico esaminerà il gonfiore dei linfonodi all'inguine, al collo o all'ascella prima del test. Inoltre, possono essere necessari metodi di analisi del sangue e di imaging come radiografia, imaging e tomografia computerizzata.

Per una diagnosi definitiva, viene eseguita una biopsia rimuovendo alcuni o tutti i linfonodi. La presenza di cellule tumorali viene studiata mediante esame microscopico. Le cellule di Reed-Stenberg sono specifiche nella malattia di Hodgkin. Queste sono cellule cancerose giganti. È anche usato per distinguerlo da altri tumori.

Una volta diagnosticata, la malattia viene messa in scena per determinare come trattare. In questa stadiazione, i linfonodi colpiti, il loro numero, al di sotto o al di sopra del diaframma, indipendentemente dal fatto che si siano diffusi ad altri organi come fegato, midollo osseo e milza, sono criteri importanti. La sua diffusione influisce negativamente sul decorso della malattia. Viene eseguita una biopsia anche per altri organi per rivelarli. Viene studiato se ci sono cellule tumorali con midollo osseo prelevato da ossa di grandi dimensioni.