Cos'è la sindrome della morte improvvisa del lattante e le sue cause? come si previene?

Sindrome da morte improvvisa infantile:

La sindrome della morte infantile improvvisa (SIDS) si verifica quando i bambini di solito muoiono improvvisamente durante il sonno per motivi inspiegabili, sebbene siano apparentemente sani nel loro primo anno. La sindrome della morte improvvisa del neonato viene talvolta definita "morte in culla".

La causa esatta della morte improvvisa del neonato è sconosciuta, ma si pensa che sia causata da anomalie nell'area del cervello del bambino che regola la respirazione e il risveglio. Sebbene tutti i bambini siano vulnerabili, alcuni ambienti di sonno e fattori ambientali sembrano aumentare il rischio.

Uno dei modi più importanti per ridurre il rischio di sindrome da morte improvvisa del lattante è far sdraiare il bambino sulla schiena in una culla con un materasso rigido e un lenzuolo ben teso. Non ci dovrebbero essere altri oggetti come coperte, cuscini, paraurti o giocattoli nella culla.

Cause di morte improvvisa del neonato:

La combinazione di fattori fisici e ambientali del sonno che rendono il bambino vulnerabile aumenta il rischio di morte improvvisa. Questi fattori possono variare da bambino a bambino.

Fattori fisici

I fattori fisici associati alla SIDS sono:

Anomalie cerebrali. Il fatto che alcuni bambini nascano con problemi cerebrali rende più probabile la morte di SIDS. Nella maggior parte di questi bambini, l'area del cervello che controlla la respirazione e la veglia durante il sonno non funziona correttamente.

Basso peso alla nascita. Fattori come il parto prematuro o la partecipazione a gravidanze multiple possono far sì che il cervello del bambino non si sviluppi completamente. Pertanto, il controllo del cervello sui processi automatici come la respirazione e la frequenza cardiaca sarà più debole.

Infezione respiratoria. La maggior parte dei bambini che muoiono per la sindrome della morte improvvisa del lattante hanno recentemente sperimentato un raffreddore associato a problemi respiratori.

Fattori ambientali

I problemi con la culla o la posizione del bambino sono legati a fattori ambientali che portano alla morte improvvisa del neonato. Esempi di fattori ambientali sono:

- Non sdraiarsi a pancia in giù o su un fianco. I bambini sdraiati a faccia in giù o sdraiati sulla schiena respirano più difficilmente rispetto ai bambini sdraiati sulla schiena.

- Non dormire su una superficie morbida. Le vie respiratorie di un bambino possono essere ostruite quando giace a faccia in giù su una soffice trapunta o una coperta. Anche coprire la testa del bambino con qualcosa come una coperta è rischioso.

- Non andare a letto con sua madre. Dormire nella stessa stanza con la madre e il padre riduce il rischio di SIDS. Tuttavia, dormire nello stesso letto morbido del genitore può impedirgli di respirare comodamente.

FATTORI DI RISCHIO

Sebbene la sindrome della morte improvvisa del lattante possa verificarsi in qualsiasi bambino, i ricercatori hanno identificato diversi fattori che aumentano il rischio:

- Il tuo genere. I bambini maschi hanno maggiori probabilità di morire di SIDS.

- Età. I bambini sono più vulnerabili nel loro secondo e terzo mese.

Gara. Sebbene la causa non sia del tutto chiara, i bambini di neri, americani, indiani o eschimesi hanno maggiori probabilità di sviluppare la SIDS.

- storia famigliare. Avere bambini che muoiono con la sindrome della morte improvvisa del lattante in fratelli o cugini aumenta il rischio.

Fattori di rischio materni:

È stato osservato che alcuni fattori originati dalla madre e legati alla gravidanza aumentano anche il rischio di SIDS.

Questi fattori legati alla madre sono:

La madre ha meno di 20 anni

Fumo

Uso di droghe o alcol

Malnutrizione prenatale

In generale, l'elevato numero di persone che condividono lo stesso letto, il morbido materasso, il bambino piccolo, il fumo, l'uso di alcol da parte dei genitori che condividono il letto o l'essere molto stanchi aumentano il rischio di morte improvvisa per il bambino. Inoltre, il rischio di SIDS è maggiore nelle stagioni fredde rispetto ai mesi caldi. La ragione più importante di ciò è che i genitori cercano di surriscaldare il bambino quando fa freddo in modo che il bambino non si ammali.

Infezione respiratoria. La maggior parte dei bambini che muoiono per la sindrome della morte improvvisa del lattante hanno recentemente avuto un raffreddore associato a problemi respiratori.

Misure di morte improvvisa del bambino:

Non esiste un modo garantito per eliminare completamente il rischio di morte improvvisa del neonato, ma alcuni passaggi aiuteranno a ridurre e prevenire questo rischio:

Allattamento al seno: Gli studi dimostrano che l'allattamento al seno di un bambino riduce leggermente il rischio di SIDS. Per questo motivo è importante che il bambino venga allattato esclusivamente al seno durante i primi sei mesi.

Sdraiarsi sulla schiena: Metti il ​​bambino sulla schiena invece di sdraiarlo sulla pancia o sui fianchi. Se la baby sitter si prenderà cura del bambino, sii particolarmente avvertito di essere messo in questo modo.

Scegli bene il materasso: Assicurati che il letto del bambino sia abbastanza solido e non troppo soffice. Materassi e piumoni soffici e morbidi possono impedire al bambino di respirare. Per lo stesso motivo, evita di mettere peluche e cuscini nella culla.

Non surriscaldare il bambino: Per mantenere il tuo bambino al caldo, usa trapunte che non richiedono coperture extra. Lascia che la coperta da usare sia leggera. Assicurati che la coperta si estenda dai piedi del bambino al livello delle spalle. Non coprire la testa del tuo bambino.

I bambini dovrebbero dormire da soli nel proprio letto: I letti per adulti non sono sicuri per i bambini. Gli spazi tra il letto e il muro possono essere pericolosi per il bambino. C'è anche la possibilità che la madre capovolga accidentalmente il bambino mentre dorme o che la trapunta si avvolga intorno al bambino.

Utilizzando un ciuccio: Gli studi hanno dimostrato che i bambini che usano il ciuccio hanno meno rischi di sindrome da morte improvvisa rispetto a quelli che non lo fanno. Quando si utilizza un ciuccio, si consiglia di non utilizzare un ciuccio nel primo mese in modo che il bambino si abitui al seno della madre. Inoltre, i succhietti non devono essere immersi in alimenti come miele, zucchero, marmellata e somministrati alla bocca del bambino. Il ciuccio deve essere lavato frequentemente in modo che il mughetto non si sviluppi. Mettere un ciuccio nella bocca di un bambino prima di andare a letto può ridurre il rischio di SIDS. Se il tuo bambino non vuole un ciuccio, riprova più tardi.

La temperatura dell'ambiente in cui giace: La temperatura del luogo in cui giace il bambino deve essere regolata in modo che possa essere risciacquato comodamente con vestiti non spessi. La normale temperatura ambiente di 25 gradi sarà appropriata. La pelle del bambino non dovrebbe essere calda quando viene toccata, come se avesse la febbre.

Postura corretta della testa del bambino: Le ossa nella testa dei neonati non sono completamente indurite e unificate. Per questo motivo, appoggiare costantemente il bambino sulla schiena aumenta il rischio del problema del disturbo della forma della testa chiamato "plagiocefalia". Per evitare ciò; Ogni giorno mentre il bambino è sveglio, cambia posizione per almeno 5-6 minuti e sdraiati a faccia in giù. Stare il bambino a faccia in giù in determinati momenti della giornata in questo modo contribuirà anche allo sviluppo dei muscoli del collo e della schiena. Mentre il bambino dorme, cambia periodicamente la direzione della sua testa. Se al bambino vengono diagnosticati disturbi neurologici, è necessario prestare maggiore attenzione. Il problema della plagiocefalia a volte può scomparire da solo. In alcuni studi, è stato osservato che il tasso di plagiocefalia nei bambini dagli 8 mesi al 20% è sceso al 3% quando raggiungono i 2 anni.

Soprattutto durante i primi sei mesi, si consiglia di mettere il bambino a dormire nella stessa stanza con i genitori, sul loro letto separato con pavimento duro, con la schiena e il viso aperti.