Effetti collaterali del vaccino contro l'eptide B.

L'epatite B è un ittero contagioso che viene trasmesso da trasfusioni di sangue incontrollate, trattamenti odontoiatrici non autoclavati o strumenti chirurgici, aghi che non sono guariti bene e rapporti sessuali. A meno che non venga eseguito il trapianto di fegato, un paziente su mille mostra un decorso che termina con la morte.

Il vaccino contro l'epatite B protegge da questa malattia e salva migliaia di vite ogni anno. Tuttavia, questo vaccino ha anche effetti collaterali. Presidente dell'Associazione per il vaccino contro l'epatite B (REVAHB), fondata in Francia per monitorare gli effetti collaterali del vaccino contro l'epatite B. P Jakubowitz dice: "Questa è la prima volta che vediamo effetti collaterali così vari, gravi e frequenti di un vaccino. La frequenza degli effetti collaterali è stimata essere uno su mille. In Francia, 20 milioni di persone sono state vaccinate e 20 000 le persone si sono ammalate a causa del vaccino. Il vaccino ha fino a 60 diversi effetti collaterali. e uno di questi, purtroppo, è la malattia della sclerosi multipla (durezza paralizzante nel cervello) che causa la paralisi più temuta. Gli effetti collaterali sono i più comuni di età compresa tra 20 e 50 anni. Il vaccino viene somministrato anche ai neonati. l'effetto può essere:

a) Malattie della pelle: zone di indurimento della pelle, eruzioni cutanee rosse sul viso, piccole vesciche dure e formazioni ad anello sul dorso della mano.

b) Malattie nervose: sclerosi multipla, perdita delle guaine mieliniche dei nervi, paralisi progressiva di tipo Quillain-Barré.

c) malattie immunitarie; stanchezza cronica, infiammazione delle vene chiamata periarteritris nodosa.

d) Reumatismi (artrite, artrite reumatoide).

e) Disturbi oculari.

f) Malattie del sangue: ristagno dell'adesione sanguigna del midollo osseo (anemia aplastica)

g) Epatite.

h) Malattie che non possono essere diagnosticate.

Frequenza degli effetti collaterali: b 40%, h 17%, c 9%, d% 8. Le riviste mediche più serie del mondo hanno pubblicato questi casi. Non tutti hanno bisogno di un vaccino contro l'epatite B. Coloro che necessitano di vaccinazione sono: personale medico, banca del sangue e personale specializzato in rene artificiale, coloro che necessitano di frequenti trasfusioni di sangue, coloro che ricevono cure con rene artificiale, tossicodipendenti per via endovenosa, coloro che cambiano frequentemente partner sessuali, prostitute e coloro che hanno rapporti con loro , chi ha l'epatite B in casa, chi vive in luoghi affollati (caserme, case di detenzione, dormitori, ecc.) e chi si reca in zone dove i casi di epatite B sono comuni. Il pericolo del vaccino contro l'epatite B ha iniziato a essere compreso solo nel 1996. L'ultima parola non è stata pronunciata su questo argomento; gli studi sono in corso. L'eccessiva applicazione del vaccino è anche causata dalle preoccupazioni commerciali delle aziende.