"Il cancro al seno è una condizione con una cura"

Deveci ha dichiarato in una dichiarazione scritta riguardante il mese della consapevolezza del cancro al seno (1-31 ottobre) che il cancro al seno è una condizione che può essere curata, non temuta.

"La cosa importante è la diagnosi precoce. Con metodi chirurgici avanzati, sia la tua vita che il tuo seno possono essere salvati". Deveci ha richiamato l'attenzione sul fatto che c'è un aumento dell'incidenza del cancro al seno come in tutti i tassi di cancro nel mondo e in Turchia, ma i tassi di morte per cancro al seno sono gradualmente diminuiti.

Affermando che i tassi di mortalità sono diminuiti a causa della diagnosi precoce, dello sviluppo di metodi chirurgici e dell'aumento della consapevolezza, Deveci ha affermato: "Sebbene il tasso di cancro sia più alto nei paesi occidentali, i tassi di mortalità sono inferiori a quelli della Turchia e dei paesi a est di il nostro paese. Perché lo prendono prima ". ha usato le espressioni.

Deveci ha affermato che il primo metodo di screening è l'autoesame una volta al mese dall'età di 20 anni.

Toccando come fare questo esame, Deveci ha detto:

"Prima o dopo il bagno, vai davanti allo specchio. Stando in piedi, controlla se entrambi i seni sono simmetrici tra loro, c'è qualche differenza visiva, c'è qualche cambiamento nel colore del seno. Quindi controlla l'intero seno con movimenti circolari con il tuo mano. C'è qualche situazione diversa che hai? Linfa? Guarda sotto le ascelle per verificare l'ingrossamento della ghiandola. Fallo su entrambi i seni e le ascelle. Quando questo controllo viene avviato all'età di 20 anni, la donna saprà dove si trova poiché si abitua alla struttura del seno nel tempo. Consulta il medico non appena ti accorgi che c'è una differenza. Dovrebbe essere applicato quando c'è secrezione e arrossamento della pelle. Questi risultati ci mostrano che c'è una situazione che necessita da indagare.

"NON AVERE PAURA DELLA MAMOGRAFIA"

Deveci ha sottolineato che la mammografia e l'ecografia dovrebbero essere eseguite ogni anno a partire dai 40 anni.

Affermando che alcuni pazienti non vogliono sottoporsi alla mammografia a causa delle radiazioni, Deveci ha detto: "Tuttavia, oggi i tassi di radiazione delle mammografie sono molto bassi. Riceviamo già così tante radiazioni dagli schermi, dai televisori e dall'ambiente durante il giorno. dovrebbe essere fatto almeno una volta all'anno. Nella compressione eseguita durante la procedura, potrebbe esserci del dolore in quelli con seno denso. Ma il valore diagnostico della procedura eseguita con poca compressione è basso. Il dolore in questione è a un livello accettabile livello. " ha dato informazioni.

Deveci ha affermato che il cancro al seno è stato rilevato nel 10 per cento delle pazienti che si sono rivolte all'ospedale con la denuncia di una massa al seno e che la maggior parte delle pazienti che hanno fatto domanda con dolore al seno non aveva una malattia maligna della mammella o della mammella. cancro.

Deveci ha sottolineato che il dolore può indicare malattie più benigne, masse palpabili indolori e cancro al seno.

Sottolineando che potrebbero esserci delle ghiandole grasse e delle cisti nel seno, come i nei sulla pelle, Deveci ha notato che queste non sono cose cattive.

Deveci: "L'importante qui è seguire questo. Non sappiamo come possono cambiare e trasformarsi in futuro". ha usato le espressioni.

Affermando che l'unico modo per fare una diagnosi definitiva nel cancro al seno è la biopsia, Assoc. Dott. Deveci, alcuni pazienti "Si diffonde il cancro al seno?" ha espresso che esitava a farlo a causa della sua ansia. Affermando che la chirurgia non può essere eseguita senza una diagnosi di cancro, Deveci ha detto: "Facciamo anche la diagnosi con la biopsia. Il metodo della biopsia tru-cat applicato oggi è sicuro. In pratica, viene utilizzata una pistola con un ago. La punta dell'ago viene aperto. Esce dopo aver preso la parte. Non contamina l'ambiente. La biopsia è l'anestesia locale. Il dolore non si fa sentire. Non è un'operazione di cui aver paura. La percentuale di accuratezza in questa procedura è del 96-98% . " trovato la valutazione.

Deveci ha affermato che invece di eseguire un intervento di rimozione del seno chiamato mastectomia, la chirurgia conservativa del seno e gli interventi chirurgici eseguiti lasciando il seno in posizione vengono eseguiti più frequentemente e che la base del trattamento del cancro al seno è la chirurgia.

Riferendosi al percorso seguito dopo la diagnosi, Deveci ha proseguito così le sue parole:

"Senza intervento chirurgico, non è possibile curare il cancro al seno. La prima scelta nelle pazienti senza distribuzione nel corpo e limitata al seno è la rimozione chirurgica del tumore. Questa procedura viene solitamente eseguita come chirurgia conservativa del seno. Molto raramente, il il seno può essere rimosso. Se viene rilevato un tumore con una distribuzione, allora ha bisogno di ricevere un trattamento oncologico prima dell'intervento chirurgico. Il paziente può regredire lo stadio con un trattamento oncologico e quindi ricevere un trattamento chirurgico ".

Sottolineando che i chirurghi generali sono diventati in grado di ridisegnare il seno nonostante le grandi perdite di tessuto mammario, Deveci ha detto:

"Al giorno d'oggi, il tasso di interventi chirurgici in cui rimuoviamo l'intera mammella è diminuito molto. Tuttavia, un paziente su 10 è stato sottoposto a rimozione del seno, nove di loro sono stati sottoposti a chirurgia conservativa del seno. In passato, dopo i trattamenti rimanenti, sono state effettuate le ricostruzioni con la muscolatura del corpo o protesi in silicone dopo 1-2 anni. Questo lavoro è diventato possibile utilizzando il proprio seno. Nella chirurgia oncoplastica, si ottiene un'immagine vicina all'originale elaborando il proprio tessuto mammario. Dopo le operazioni eseguite con questo metodo, il paziente viene sottoposto a radioterapia, in caso di diffusione dell'ascella, i linfonodi ascellari vengono puliti con lo stesso intervento chirurgico.

Deveci ha riferito che l'età, la genetica, gli ormoni estrogeni e la dieta sono tra i fattori che aumentano il rischio di cancro al seno.

Deveci ha anche elencato come il rischio di sviluppare il cancro al seno può essere ridotto come segue:

"I rischi derivanti dalla genetica non possono essere ridotti. Potrebbe essere necessario prendere precauzioni con la chirurgia preventiva. I fattori ambientali possono essere modificati. L'obesità dovrebbe essere ridotta. I cibi grassi dovrebbero essere ridotti e frutta e verdura dovrebbero essere alimentate. Non usare alcol. Va preferita la vita attiva. Terapia ormonale sostitutiva usata dopo la menopausa, soprattutto se supera i cinque anni. Gli ostetrici non lo consigliano più troppo perché aumenta lo sviluppo del cancro di due volte e mezzo ".

Affermando che l'aumento dei tassi di cancro negli ultimi anni è dovuto a fattori ambientali, Deveci ha continuato le sue parole come segue:

"Gli antiossidanti negli alimenti sono diminuiti. Ora abbiamo bisogno di mangiare tre pomodori per ottenere la quantità di antiossidanti che eravamo soliti ottenere da un pomodoro. Consumiamo cibi geneticamente modificati, verdura e frutta medicati con sostanze chimiche, la carne dell'ormone saldatore. Lì sono schermi, telefoni, tablet, radiazioni ovunque. L'aumento del tasso di radiazioni, la diminuzione delle proprietà protettive degli alimenti, l'aumento degli effetti tossici fanno aumentare i tassi di cancro ".