Cause della perdita dell'osso mascellare?

Il punto di partenza della perdita dell'osso mascellare è il sanguinamento delle gengive. I problemi gengivali passano direttamente alla mascella e si diffondono. Per questo, le gengive sanguinanti dovrebbero essere controllate da un medico. Se trascuri la parte di controllo, potresti dover affrontare enormi problemi e problemi. Se una gomma sanguina, ha sicuramente una malattia. Nessun arto del corpo umano può sanguinare di punto in bianco. Pertanto, il problema più importante è che se si verifica questo problema, è necessario rivolgersi immediatamente al proprio medico e iniziare i primi metodi di trattamento.

In caso di mancato trattamento, queste infezioni, che passano gradualmente alle ossa mascellari, causano perdite nell'osso mascellare. A causa delle perdite nell'osso mascellare, lo scuotimento dei denti fa sì che i denti vengano tirati più tardi. Non essendo possibile realizzare impianti sul dente estratto, in questo caso una grave perdita del dente in bocca significa disturbi estetici e disturbi della chiusura. Pertanto, se senti un problema alle gengive, puoi consultare immediatamente il tuo medico e prevenire i tuoi problemi con una diagnosi precoce.

Possiamo elencare i motivi della mandibola come segue ...

Estrazione di un dente

Se non consulti il ​​tuo medico a causa di problemi alla gengiva e trascuri questa situazione, in futuro andrà all'estrazione del dente. Come risultato dell'estrazione del dente, l'osso mascellare non viene utilizzato attivamente e l'osso mascellare si scioglie a causa dell'apertura delle gengive.

Uso di protesi

L'uso di protesi è tra i fattori che causano la perdita dell'osso mascellare. Questo perché i denti sono incorporati nelle gengive, non c'è possibilità di movimento e non provoca lo scioglimento delle ossa mascellari. Tuttavia, nell'uso della protesi, l'osso mascellare diventa pigro e i muscoli si indeboliscono.

Digrignare i denti

Digrignare i denti provoca la perdita dell'osso mascellare, consciamente o involontariamente.