Le basi dell'obesità vengono poste nell'infanzia

Studi condotti in Turchia mostrano che il 10-25% dei bambini e dei giovani è in sovrappeso o obeso.

Liv Hospital Pediatric Endocrinologia e Malattie Metaboliche Specialista Prof. Dott. Cengiz Kara ha spiegato le cause e il trattamento dell'obesità ...

Preferisci acqua, latticello e latte invece di bevande zuccherate e gassate.

Prendi l'abitudine di una dieta equilibrata (piatti di verdure, legumi e insalate preparate con verdure fresche) invece di cibi ricchi di fibre e ricchi di grassi.

Invece di cibi con un alto carico di zucchero come pasta-riso-patate, consumare cibi con un basso carico di zucchero, principalmente frutta-verdura-legumi.

Prendi l'abitudine di mangiare pasti regolari (tre spuntini principali e due spuntini)

Assicurati che non mangi dopo cena e soprattutto prima di andare a letto.

Assicurati che la colazione non venga mai saltata.

Assicurati che i pasti vengano consumati lentamente e accuratamente masticati ed evita spuntini casuali come cioccolato e patatine tra i pasti.

Riduci il consumo di hamburger e pizza tipo fast food.

Bere molta acqua.

Limita l'assunzione di cibi ipercalorici.

Rimuovere il contenitore da portata dal tavolo dopo il servizio.

NON ANDARE PRESTO A CIBI COMPLEMENTARI NEI BAMBINI

Esistono legami importanti tra il peso alla nascita dei bambini e l'obesità che si sviluppa negli anni successivi e le malattie correlate. I bambini allattati al seno aumentano di peso lentamente e questo è l'ideale anche per i bambini piccoli. Il lento aumento di peso, cioè la crescita lenta, protegge i bambini piccoli dall'obesità. Tuttavia, il cibo pronto e gli integratori alimentari precoci consentono ai bambini piccoli di mettersi rapidamente al passo con i loro coetanei, ma comportano anche un rischio di obesità per tutta la vita. Durante il periodo di transizione verso il cibo supplementare, dovrebbero essere selezionati alimenti a bassa densità energetica. Le formule a basso contenuto proteico dovrebbero essere preferite nei bambini che non possono ricevere il latte materno.