Cos'è la malattia degli elefanti? E i sintomi e il trattamento della malattia degli elefanti?

Questa malattia, che ha vari motivi, è la più comune ai nostri tempi quando il tessuto canceroso ostruisce i dotti linfatici o danneggia i dotti linfatici durante le operazioni. Anche la malattia dell'elefante, che si sviluppa a seguito di occlusione venosa, è comune dopo l'intervento chirurgico.La causa più comune nelle aree tropicali è il parassita chiamato Wuchereria bancroft (verme Bancroft) che invade e ostruisce i tratti linfatici.

Affinché il fluido tra le cellule rimanga in equilibrio, questo fluido deve essere costantemente filtrato e rimescolato nel sangue. Il sistema linfatico svolge questo compito nel corpo e il fluido trasportato in questo sistema è chiamato fluido linfatico. Se i canali linfatici e i linfonodi che trasportano il fluido linfatico sono danneggiati o sono congenitamente difettosi, il fluido linfatico si accumula nel corpo. Se la quantità di liquido accumulato in un'area è maggiore della capacità di carico del sistema linfatico

si verifica linfedema.

Il linfedema si verifica quando il liquido linfatico si accumula nel tessuto intercellulare, causando gonfiore, spesso nelle braccia o nelle gambe e occasionalmente nel tronco.

Sintomi della malattia dell'elefante:

Sensazione di pienezza al braccio o alla gamba,

tensione della pelle,

ridotta mobilità del polso o della caviglia e delle dita,

Segni come vestiti, braccialetti, orologi, anelli, scarpe, calzini, ecc. Sono stretti e lasciano segni sono i sintomi della malattia degli elefanti.

Trattamento: I risultati di maggior successo di due tipi di trattamento, fisioterapia e chirurgia, si ottengono quando questi due metodi vengono utilizzati insieme.