Primi cinque anni di luna di miele nella malattia di Parkinson

Morbo di Parkinson; Una malattia neurologica cronica causata dalla carenza di una sostanza chiamata "dopamina" nel cervello. La malattia, che si manifesta con la diminuzione o il danneggiamento delle cellule che secernono dopamina nel cervello con l'avanzare dell'età, provoca disturbi del movimento e movimenti involontari. La malattia provoca tremori alle mani e ai piedi, movimento lento, rigidità muscolare e difficoltà a camminare.

Dopo la diagnosi, Viva Brain and Heart Health Neurology Specialist Prof.Dr. Dilek İnce Günal ha dichiarato: "L'effetto dei farmaci diminuisce nei secondi cinque anni nella malattia di Parkinson e il paziente deve assumere farmaci più frequentemente. Man mano che il numero e la varietà dei farmaci aumentano, iniziano a emergere i loro effetti collaterali. Gli effetti collaterali più comuni dei farmaci sono movimenti involontari come rannicchiarsi e irrequietezza. Inoltre, possono verificarsi cambiamenti comportamentali come deliri, indulgenza nel gioco d'azzardo, sospettosità e aumento del desiderio sessuale. Tutto ciò disturba molto il paziente nella vita sociale. '

CON LA BATTERIA LA MALATTIA È PRESA SOTTO CONTROLLO

Neurologo Prof.Dr. Dilek İnce Günal ha affermato che la malattia può variare a seconda della persona e ha detto: "Alcuni pazienti possono dare sintomi molto buoni per 10 anni o sintomi molto cattivi in ​​due anni. Il decorso della malattia è personale. Applichiamo altri metodi di trattamento alternativi a il paziente che non risponde al trattamento farmacologico. La cosiddetta terapia stimolante è un metodo che utilizziamo a questo punto. Non possiamo eliminare la malattia attaccando un pacemaker cerebrale al paziente, ma controlliamo i sintomi della malattia riducendo il quantità di farmaco utilizzato, perché l'irregolarità nella secrezione di dopamina viene regolata in un certo senso con gli elettrodi che posizioniamo appositamente, garantendo così un'operazione più sana. '

"Prima che la batteria venga collocata nel cervello, le correnti delle cellule vengono misurate fisiologicamente e la loro posizione viene calcolata in millimetri", ha detto il Prof. Dr. Günal, aggiungendo che dopo che la batteria è stata collocata nell'area designata, hanno esaminato il paziente di nuovo per vedere se eravamo nel posto giusto.

Spiegando che hanno chiamato il paziente 1 settimana dopo l'operazione con un team di neurochirurghi, neurologi, psichiatri, tecnici e infermieri e hanno regolato i volt della batteria, il Prof. Dott. Günal ha continuato le sue parole come segue: "Riduciamo le dosi di farmaci in base alla frequenza che abbiamo fissato in circa un'ora. La chirurgia mira anche a ridurre le dosi di farmaco di almeno il 60-70 percento e a garantire che il paziente sia indipendente nel quotidiano. attività viventi La malattia non scompare completamente, ma aumenta l'efficacia dei farmaci, il numero dei farmaci diminuisce e gli effetti collaterali diminuiscono.

CONTINUA CONTINUAMENTE IL TUO MEDICO

Affermando che la giusta selezione dei pazienti è stata fatta da un neurologo e psichiatra esperto, il Prof. Günal ha concluso così le sue parole: “Una settimana dopo l'operazione, la batteria viene aperta. Dopo che la batteria è stata aperta, vediamo di nuovo il paziente ogni poche settimane e aumentiamo l'impostazione. Aumentando tale impostazione, diminuiamo le dosi del farmaco. La prima impostazione si risolve in circa 2-3 mesi. Il paziente dovrebbe venire a intervalli regolari. Perché questa malattia è una malattia progressiva. Man mano che la malattia progredisce, i sintomi progrediscono. Per lui, la batteria deve essere regolata. I pazienti al di fuori di Istanbul dovrebbero venire per un controllo ogni 4-6 mesi. Cerchiamo di vederlo ogni 3 mesi a Istanbul. Durante l'esame, notiamo un risultato o un effetto collaterale che il paziente non nota. Deve essere in costante contatto con il neurologo del paziente. '