Presta attenzione al rischio di aneurisma dopo un infarto!

Memorial Ankara Hospital Cardiovascular Surgery Department Head Prof. Dott. Cem Yorgancıoğlu ha fornito informazioni sull'aneurisma cardiaco e sui metodi di trattamento.

L'ANEURISMO DEL CUORE SI MISCELA CON L'ANEURISMO DELL'AORTICA

Sebbene l'aneurisma cardiaco sia originariamente l'allargamento del tessuto cardiaco (miocardio), l'allargamento all'inizio del vaso principale, generalmente chiamato "aorta", è anche noto come "aneurisma cardiaco" nella società. L'aneurisma cardiaco è un problema che si verifica dopo un grave infarto nella parte ventricolare del cuore, dove quell'area guarisce in un modo che non può contrarsi. L'aneurisma aortico è l'allargamento o il palloncino dell'aorta situato appena all'uscita del cuore.

QUELLI CHE HANNO UN ATTACCO CARDIACO A RISCHIO

La malattia coronarica si osserva anche in quasi tutti i casi di aneurisma cardiaco che si verificano dopo un infarto. È estremamente importante ascoltare attentamente la storia del paziente nel formulare la diagnosi. Molti pazienti hanno avuto un attacco cardiaco recente o passato nella loro storia.

Generalmente, dopo un grave attacco di cuore dalla grande vena situata nella parte anteriore del cuore, se non c'è la possibilità o l'opportunità di un intervento precoce, la maggior parte del tessuto muscolare di quell'area è danneggiata. Poiché la maggior parte delle cellule muscolari muoiono a causa di questo danno, il ballooning, che si verifica con la guarigione di questa regione in un modo che non può essere contratto durante il processo di recupero, causa sintomi di insufficienza cardiaca come affaticamento e mancanza di respiro in alcuni pazienti, ma a volte potrebbe non dare alcun sintomo. Pertanto, la prima diagnosi della condizione può essere fatta durante l'angiografia coronarica o l'ecocardiografia del paziente.

In alcuni casi, può verificarsi la formazione di coaguli in quest'area gonfiata non contrattile. L'embolia cerebrale dovuta a questo coagulo è anche responsabile di alcune delle morti improvvise dopo un infarto. L'ecocardiografia ha un posto importante nella diagnosi dei coaguli.

PU ESSERE TRATTATO CON METODO CHIRURGICO

Quando si determina un metodo per il trattamento dell'aneurisma cardiaco, le condizioni del paziente, il tempo dopo l'infarto e l'entità del disagio devono essere valutati attentamente. Il metodo chirurgico è generalmente utilizzato per il trattamento definitivo della malattia. Se l'aneurisma è piccolo, non c'è coagulo e non causa segni di insufficienza cardiaca nel paziente, può essere seguito da un medico.

Nell'intervento chirurgico, durante l'operazione, si apre l'area espansa e gonfiata che non si contrae e se vi è formazione di coaguli, prima si pulisce accuratamente la formazione di coaguli, quindi si chiude il ballooning restringendosi con un cerotto da posizionare in corrispondenza del confine dell'area contrattile. Anche l'operazione di bypass coronarico è richiesta con questa procedura nella maggior parte dei pazienti.