AIDS, i primi sintomi in bocca!

Affermando che l'AIDS è purtroppo entrato nella vita umana come una malattia quasi impossibile dagli anni '80, Eralp ha affermato: "L'incidenza è aumentata in modo esponenziale ogni anno. Secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), 1 persona viene infettata dall'AIDS ogni 10 minuti. Ha colpito più di 40 milioni di persone nel mondo e 25 milioni di persone sono morte a causa di ciò. Dico che è impossibile curare perché è possibile fermare il virus che causa l'AIDS con vari metodi, ma non è possibile eliminarlo completamente dal corpo. Poiché non può essere completamente eliminata dall'organismo, è una malattia che riduce il tenore di vita attivandosi con infezioni opportunistiche. Disse.

UNA NUOVA SPERANZA NEL TRATTAMENTO DEL CANCRO

ATTENZIONE! 13-14 ETÀ È MOLTO PERICOLOSA!

Notando che il punto più importante nell'AIDS è la diagnosi precoce come in ogni malattia, ha detto il dentista e specialista in protesi Sevgen Eralp; 'La malattia dell'AIDS può rimanere in silenzio da 1 anno a 11 anni. Sebbene sia accettato che non ci siano sintomi durante questo periodo, i primi segni di infezione da HIV iniziano a manifestarsi in bocca. Poiché molte lesioni possono verificarsi nel cavo orale, la lesione più comune è l'infezione fungina (candida orale) nota come mughetto tra le persone. Nell'infezione fungina, la persona viene prima disturbata dal suo aspetto. Inizia la difficoltà a deglutire e la sensazione del gusto. L'infezione progredisce fino alla trachea. Sintomi come sanguinamento gengivale frequente, gengivite e malattie parodontali sono i risultati più importanti. Nell'esame extraorale, 1 o 2 linfonodi cervicali sotto la mascella inferiore che non sono passati per più di 3 mesi sono reperti che dovrebbero essere considerati nella diagnosi precoce.

Molti pazienti con infezione da HIV, inconsapevoli o ignoranti di ciò, ritardano l'inizio del trattamento, aumentando il rischio di morte. Negli individui con HIV, è di grande importanza per i dentisti adempiere ai propri doveri nella diagnosi della malattia, sia in termini di protezione della salute orale e dentale che di sensibilizzazione nella società nel contesto della salute generale. Ricordiamo che l'infezione da HIV si trasmette attraverso il sangue e gli emoderivati, i dentisti svolgono un ruolo importante nella diagnosi precoce e nella contagiosità della malattia. Se il medico considera tutti i pazienti che tratterà potenzialmente a rischio di infezione e aderisce alle condizioni di lavoro igieniche ottimali, non ci sarà alcun rischio di trasmissione del virus al medico o ad altri pazienti.

Oggi l'AIDS è considerato una malattia cronica, non mortale. È una malattia che ti gestirà per tutta la vita ... Anche se non hai alcun reclamo, puoi mantenere la continuità della tua igiene orale visitando il tuo dentista almeno una volta all'anno ricordando l'importanza dei sintomi orali nel sospetto di molte altre malattie come l'AIDS ”.