Ciò che è buono per la bassa pressione sanguigna

La pressione bassa, nota anche come "ipotensione", può causare seri problemi di salute proprio come l'ipertensione. I primi sintomi di bassa pressione sanguigna sono frequenti capogiri e talvolta svenimenti. Mentre la causa principale della pressione bassa è indicata come un'alimentazione inadeguata e irregolare, alcuni altri problemi di salute possono far sì che i valori della pressione sanguigna siano al di sotto del normale. Se l'ipotensione non è causata da un'altra malattia, una dieta ricca di sodio e vitamina B12 può minimizzarne i sintomi.

Sodio: Proprio come il consumo di sodio (sale) è limitato ai pazienti con pressione alta, una dieta ricca di sodio può essere somministrata a quelli con pressione sanguigna bassa. Se la tua pressione sanguigna è troppo bassa, puoi portare i valori più vicini alla normalità in breve tempo bevendo un latticello salato. Tuttavia, poiché un consumo eccessivo di sale può causare altri problemi di salute, in particolare malattie cardiovascolari, consultare il medico prima di iniziare una dieta ricca di sodio.

B12 e acido folico: L'assunzione inadeguata di vitamina B12 e acido folico può portare all'anemia, che è uno dei sintomi della bassa pressione sanguigna. Vitale per lo sviluppo dei nervi e delle cellule del sangue, la vitamina B12 si combina con le proteine ​​nello stomaco e viene assorbita attraverso il sangue. Le migliori fonti di vitamina B12 sono carne, uova e latticini. L'acido folico è necessario per la formazione di nuovi globuli. Tra gli alimenti ricchi di acido phlic possiamo annoverare gli spinaci, i piselli dagli occhi neri e il fegato.

Magnesio: Il magnesio, che viene utilizzato in più di 300 reazioni biochimiche che si verificano nella struttura ossea e nel nostro corpo, è anche un minerale altamente efficace sulla pressione sanguigna. Puoi fornire una grande quantità di magnesio che devi assumere quotidianamente da verdure come spinaci, cavoli e anacardi, mandorle e semi di soia.

Carboidrati: Se c'è un calo della pressione sanguigna dopo aver mangiato, si parla di "ipotensione postprandiale". L'ipotensione postprandiale, che è generalmente osservata negli anziani, in quelli con disturbi del nervo autonomo e in quelli con malattia di Parkinson, si verifica dopo un pasto pesante e un consumo eccessivo di carboidrati. Per prevenire questo tipo di caduta della pressione sanguigna, si consiglia di limitare il consumo di patate, pasta, riso e pane.

Altri suggerimenti nutrizionali: Un basso livello di zucchero nel sangue, specialmente nei pazienti diabetici, può causare un abbassamento della pressione sanguigna. Se sei disidratato e c'è una diminuzione del volume sanguigno, la pressione sanguigna inizierà a scendere. Per evitarlo, puoi aumentare l'acqua che consumi durante la giornata e consumare bevande sportive contenenti elettroliti, a patto di non esagerare. Inoltre, le bevande che contengono caffeina, come il tè verde, possono aiutare ad aumentare la pressione sanguigna in breve tempo (temporaneamente).