Cos'è la patologia? Come vengono eseguiti i test di patologia?

Ci sono molte domande in attesa di risposta per quanto riguarda la scienza della patologia, che significa scienza della malattia in termini di parole ed esamina i cambiamenti a livello cellulare che avvengono negli organi. In generale, il cancro è necessario per la diagnosi definitiva, il follow-up e il trattamento di molte malattie diverse dal cancro, la decisione da prendere sul trapianto di organi e l'esame patologico per la diagnosi delle malattie microbiche.

Cos'è la patologia?

La patologia è costituita dalle parole "pathos" e "logos". Nella lingua greca antica, pathos significa malattia, conoscenza del logo e patologia è "Scienza delle malattie". È una specialità in medicina.

Cosa fa la patologia?

Gli organi del nostro corpo e le cellule che compongono gli organi hanno le loro caratteristiche. La patologia è una branca della scienza che esamina i cambiamenti che causano la malattia osservando gli organi sia visivamente (macroscopicamente) che con un microscopio (microscopico).

Chi è un patologo?

Dopo aver completato 6 anni di formazione presso la Facoltà di Medicina, i medici che sostengono l'Esame di Specializzazione Medica e scelgono la branca della patologia diventano patologi al termine dei 4 anni di formazione.

Quali sono i metodi di esame nel laboratorio di patologia?

  • Biopsia

La biopsia è il processo di rimozione del tessuto da tessuti e organi per l'esame patologico. La biopsia può essere eseguita da tutti gli organi. La biopsia può essere eseguita in anestesia locale o durante un intervento chirurgico. Nella biopsia, l'area che causa la malattia può essere completamente rimossa (biopsia escissionale), una parte di essa può essere rimossa per scopi diagnostici (biopsia incisionale) o un campione può essere prelevato dalla zona malata con l'aiuto di un ago spesso (vero tagliare la biopsia).

  • Rimozione di organi

La rimozione dell'organo è chiamata resezione. È generalmente un metodo preferito negli interventi chirurgici contro il cancro. Meno spesso, è anche preferito nei casi che sono danneggiati e il danno non può essere riparato (come un incidente stradale) senza cancro.

  • Recensione congelata

Questo metodo, che è generalmente preferito durante la chirurgia oncologica, viene inviato al laboratorio di patologia per un rapido esame dell'organo o del pezzo di tessuto prelevato dal paziente mentre il paziente è in chirurgia. Frozen è un esame preliminare eseguito in modo rapido (20-30 minuti) e se si osserva un tessuto malato a seguito del congelamento, l'operazione viene eseguita in modo più completo e, se si osserva la struttura normale, l'operazione viene interrotta.

  • Esame autoptico

In casi come la morte sospetta, la morte del neonato nel grembo materno, è il metodo di esaminare i tessuti o gli organi prelevati dal defunto per determinare la causa della morte.

  • Esame citologico

Prelevando tamponi dalle secrezioni delle cavità corporee (come la vagina, la cervice uterina) o prelevando campioni da organi (come la tiroide) con l'aiuto di un ago, viene steso su un apposito vetro ed esaminato al microscopio.

Come si fa l'esame nel laboratorio di patologia?

  1. Le parti prelevate per l'esame patologico vengono poste in uno speciale liquido di protezione chimica chiamato formolo al fine di prevenire il deterioramento e la perdita delle sue proprietà, e quindi inviate al laboratorio di patologia.
  2. I campioni che raggiungono il laboratorio vengono prima valutati visivamente (macroscopia) in base al loro aspetto esterno e campioni appropriati vengono selezionati e separati per l'esame microscopico.
  3. Questi campioni vengono incorporati nella cera (paraffina) dopo uno speciale follow-up con un dispositivo.
  4. Sezioni molto sottili vengono prelevate dai campioni cerati e queste sezioni vengono incollate su un vetro speciale.
  5. I vetri sezionali preparati sono verniciati con una vernice speciale.
  6. Le sezioni colorate vengono esaminate al microscopio ottico.
  7. I reperti osservati al microscopio vengono trasformati in un referto patologico e consegnati al paziente.

Quando è richiesto un esame patologico. Per quali malattie si può fare?

L'esame patologico è necessario per la diagnosi definitiva, il follow-up e la risposta al trattamento di molte malattie.

L'esame patologico è necessario per la diagnosi definitiva di tutti i tumori maligni (cancro), per guidare lo stadio e il trattamento del cancro.

È necessario per la diagnosi definitiva di tumori benigni (come Mioma, Lipoma).

È necessario nominare molte malattie eccetto tumori benigni e maligni. Alcune di queste malattie sono: malattie della tiroide, malattie parenchimali del polmone, malattie dello stomaco (come gastrite, ulcera), malattie intestinali (come il morbo di Crohn, colite ulcerosa), malattie della pelle (come psoriasi, malattia del lupus, vitiligine), malattie del fegato (epatite B o malattie del fegato come C), malattie infettive causate da virus, batteri, parassiti, funghi

L'esame patologico sotto forma di striscio è necessario per lo screening e il monitoraggio del cancro cervicale, soprattutto nelle pazienti di sesso femminile, per lo screening della malattia e il follow-up.

Che cos'è un rapporto di patologia, come viene scritto?

Il tessuto / organo / gruppo cellulare / fluidi inviati al laboratorio di patologia dal medico bioptico sono chiamati "campioni". Un rapporto di patologia viene preparato come risultato dei risultati ottenuti esaminando questi campioni secondo determinati criteri. Il referto patologico include le informazioni sull'identità del paziente, come la data del campione, il nome del campione, il metodo di prelievo, la tecnica di esame, i risultati della biopsia e la diagnosi preliminare del medico che ha effettuato la biopsia. Con l'esame del patologo, vengono aggiunte parti di macroscopia e microscopia. La parte della diagnosi del report viene creata valutando insieme tutti i risultati.

I risultati della patologia sono diagnosi definitiva?

Se tutte le condizioni necessarie per l'esame del campione (prelievo dal posto giusto, materiale sufficiente, esame accurato, i reperti osservati al microscopio sono tipici di quella malattia), il referto patologico è una diagnosi definitiva.

Cosa significa se non c'è riscontro patologico?

In assenza di tessuto malato o disturbo nei campioni prelevati dal paziente, non è stato osservato alcun reperto patologico. Questo rapporto non indica che la persona sia sana. Perché se il campione viene prelevato da tessuto sano, non si osserva alcun reperto patologico. Questa situazione può essere valutata come sospetta dal patologo e può essere consigliato un nuovo campione.

Cosa significa il risultato della patologia ritardata?

Dopo che il campione è stato esaminato, c'è un periodo stabilito per la stesura del rapporto e questo viene notificato al paziente per iscritto o per telefono. Tuttavia, l'esame di alcuni campioni può richiedere un esame aggiuntivo, una colorazione speciale aggiuntiva o un esame genetico. In questo caso, il tempo per l'emissione del rapporto di patologia potrebbe essere più lungo.

I campioni possono essere miscelati nel laboratorio di patologia?

I campioni prelevati dal paziente vengono attentamente monitorati durante l'ingresso al laboratorio, la ricezione, l'esame in laboratorio e durante il processo di refertazione e vengono prese le necessarie precauzioni. In caso di sospetto di confusione, verranno immediatamente contattati i luoghi necessari.