Cos'è l'aneurisma aortico, quali sono i sintomi?

È possibile eliminare questa minaccia con nuove diagnosi e metodi di trattamento! Anadolu Medical Center Specialista in Chirurgia Cardiovascolare Prof. Dott. Sertaç Çiçek ha spiegato i nuovi metodi utilizzati nella diagnosi e nel trattamento degli aneurismi aortici.

Cos'è un aneurisma?

È un tipo di mongolfiera in un'arteria che fa espandere il diametro del vaso del 50% in più del normale.

Cosa causa un aneurisma?

Gli aneurismi possono essere causati da ragioni molto diverse a seconda di dove si verificano. Tra le cause dell'aneurisma vi sono l'ipertensione, che di solito chiamiamo degenerativa, la calcificazione, che chiamiamo aterosclerosi, e alcune infezioni e malattie del tessuto connettivo che chiamiamo infiammazione. Anche i fattori genetici sono importanti in alcuni gruppi di aneurismi. Possono verificarsi a causa del fatto che la struttura della parete vascolare non è alla sua normale forza a causa di difetti nei cromosomi. Gli aneurismi legati a queste mutazioni hanno un legame genetico.

Cos'è l'aorta?

L'aorta è la nostra principale arteria che emerge dal cuore. È la più grande arteria che trasporta il sangue ossigenato in tutto il corpo. Dopo aver lasciato il cuore, viaggia prima verso l'arteria coronaria che nutre il cuore e poi verso i vasi che portano al cervello e al braccio. Quindi inizia a scendere lungo il corpo in una curva. Si biforca all'inguine. Ha alcune sezioni.

1. Aorta ascendente (dopo aver lasciato il cuore)

2. Aorta trasversale (la sezione da cui escono i vasi cerebrali)

3. Aorta discendente (la parte che parte da dietro e scende)

4. Aorta toracica (sezione nella cavità toracica)

5. Aorta addominale (all'interno dell'addome)

In quale parte dell'aorta si trova l'aneurisma?

Gli aneurismi più comuni nell'aorta si verificano sotto il rene, che chiamiamo infrarenale, nell'area dopo l'uscita dei vasi renali. Gli aneurismi più comuni dopo la regione infrarenale sono gli ingrandimenti visti nella vena aortica all'uscita dell'aorta, che chiamiamo regione ascendente, dal cuore. Tuttavia, l'aneurisma può verificarsi in tutte le regioni, a volte anche coprendo l'intera aorta.

Qual è il diametro normale dell'aorta? Quando si verifica l'aneurisma, di quanti centimetri aumenta di diametro?

Il diametro dell'aorta varia a seconda della superficie corporea, cioè del peso e dell'altezza del paziente e dell'area in cui si trova. Tuttavia, se parliamo di un paziente adulto in condizioni normali, possiamo percepire il limite superiore del diametro aortico come quattro centimetri. La dimensione che raggiunge in caso di aneurisma varia a seconda della struttura dell'aneurisma. La struttura dell'aneurisma è diversa nella forma di una sacca e raggiunge dimensioni diverse a forma di pera. In effetti, può essere spiegato semplicemente come segue: in un vaso con aneurisma, la larghezza del vaso aumenta di oltre il 50% delle sue dimensioni normali. Ad esempio, una vena di quattro centimetri può raggiungere i sei centimetri.

Perché si verifica l'aneurisma?

Le cause più comuni sono:

1- Degenerazione dovuta all'ipertensione2: Non è possibile affermare che la sola pressione alta sia efficace nella formazione dell'aneurisma. Molte persone soffrono di ipertensione, ma non tutti i pazienti di ipertensione hanno aneurisma.

2- Reazioni strutturali che avvengono all'interno della parete del vaso, che chiamiamo degenerazione e infiammazione.

3- Disturbi genetici dovuti a debolezza congenita della parete vascolare. Possiamo mostrare queste malattie del tessuto connettivo, ad esempio malattie strutturali come il marfan.

4- Fumo: è stato stabilito che il fumo ha una connessione diretta con lo sviluppo dell'aneurisma, specialmente sotto i vasi renali. La connessione tra fumo e aneurismi addominali è molto forte.

5- Età: anche l'età gioca un ruolo importante nella formazione dell'aneurisma. Soprattutto gli aneurismi che si verificano nell'addome, di solito

È frequente nelle persone di età superiore ai 65 anni. Gli aneurismi sono problemi che di solito si verificano in età avanzata se la persona non ha una malattia del tessuto connettivo.

L'aneurisma dà sintomi?

I risultati di un aneurisma variano a seconda delle regioni in cui si formano. Il primo segno di aneurismi aortici nell'addome, se non scansionato, può essere la rottura dell'aorta. Gli aneurismi spesso non danno alcun sintomo in anticipo, ma a volte possono mostrare sintomi a seconda della regione in cui si trovano. Ad esempio, può esserci un dolore continuo e fastidioso nell'addome che si irradia verso la vita o un tremore visibile nell'addome, una sensazione come se una palla colpisse l'addome quando il paziente mette la mano. Negli aneurismi al petto, dolore al petto o dolore al petto può essere visto nella parte posteriore, se l'aneurisma è nelle vene discendenti della schiena, può anche causare raucedine. Se c'è un aneurisma all'inizio dell'aorta discendente, può causare raucedine poiché colpisce il nervo che va alle corde vocali.

Come viene diagnosticata l'aneurisma?

Con lo sviluppo delle tecnologie mediche, ora è diventato molto facile diagnosticare l'aneurisma. Dopo un esame fisico, possono essere diagnosticati aneurismi nell'addome, specialmente nei pazienti deboli. Ma ovviamente, questa non può essere considerata una conclusione assoluta. Secondo il punto di aneurisma (se è nell'aorta nel torace), i raggi X possono essere utilizzati come punto di partenza nella fase della diagnosi. L'allargamento dell'aorta può essere osservato solo con una pellicola radiografica. Il metodo diagnostico più comune che utilizziamo è il metodo degli ultrasuoni che funziona con le onde sonore. L'aneurisma può essere diagnosticato con questo dispositivo chiamato "ecocardiografia" se utilizzato nel cuore e "ecografia addominale" se utilizzato nell'addome. Ulteriori esami possono essere eseguiti a seconda dei risultati dell'ecografia. In questi esami è possibile chiarire con valutazione tomografica, a volte MRI e talvolta angiografia2.

Come procede la fase successiva alla diagnosi?

Vengono utilizzati metodi chirurgici o metodi endovascolari nel trattamento?

I dati più importanti per la decisione sul trattamento sono le dimensioni e la posizione dell'aneurisma. All'aneurisma vengono applicati diversi metodi di trattamento, a seconda della sua posizione e delle sue dimensioni. La sua posizione, le dimensioni, indipendentemente dal fatto che il paziente abbia o meno reclami, influenzano la forma del trattamento. Nel caso delle dimensioni dell'aneurisma: Se il diametro dell'aneurisma nell'aorta ascendente raggiunge circa 5,5 o sei centimetri e il paziente non ha altre malattie del tessuto connettivo, è entro i limiti del trattamento o del trattamento interventistico. Negli aneurismi localizzati nell'addome, il trattamento viene solitamente applicato da 5,5 cm.

Nell'aneurisma che si sviluppa sull'aorta discendente da dietro a dietro, va trattato quando il diametro del vaso raggiunge i sei centimetri. Tuttavia, non è possibile prendere una decisione solo guardando le dimensioni dell'aneurisma. Anche il tasso di crescita dell'aneurisma è un fattore importante. Ad esempio, se un aneurisma di quattro centimetri raggiunge 4,5 cm in due mesi, questo indica una crescita molto rapida che deve essere trattata. L'alto tasso di crescita richiede un trattamento. Inoltre, se il paziente crea un reclamo, come un forte dolore addominale, il trattamento viene applicato anche se il diametro dell'aorta non è eccessivamente ingrandito. Poiché l'aneurisma dell'aorta si rompe, possono verificarsi casi fatali, quindi i sintomi e i risultati dovrebbero essere presi molto sul serio. Il metodo di trattamento determina se il paziente ha altre malattie che accompagnano l'aneurisma.

Quali sono le fasi del trattamento?

Valutiamo il trattamento in determinate fasi. Il primo di questi è il trattamento medico. Se l'aneurisma non ha raggiunto una certa dimensione, viene applicato un trattamento medico. Durante il periodo in cui il paziente viene seguito, la sua pressione sanguigna deve essere tenuta sotto controllo. Perché uno dei fattori più importanti nell'aneurisma è la pressione all'interno del vaso. È importante che questa pressione sia a livelli bassi. Tenere sotto controllo la pressione sanguigna è molto importante nel periodo che chiamiamo "finestra di follow-up". Mantenere bassa la pressione sanguigna è fornito dai farmaci. Esistono due metodi di trattamento per gli aneurismi che sono al confine dell'intervento. Entrambe sono procedure invasive che chiamiamo invasive. Il primo è il metodo endovascolare e il secondo è la chirurgia a cielo aperto.

Puoi spiegare il metodo endovascolare?

Si applica senza chirurgia a cielo aperto, posizionando i cateteri inseriti nella vena e gli innesti4 che chiamiamo stent4 che vengono fatti avanzare su di essi nell'aneurisma e chiudendosi.

Le procedure endovascolari, in cui posizioniamo gli stent entrando dall'inguine o dalla vena, hanno iniziato ad essere eseguite frequentemente, soprattutto negli ultimi 10 anni. Perché le procedure endovascolari forniscono vantaggi significativi, soprattutto in alcune aree, rispetto alla chirurgia a cielo aperto. Questi vantaggi sono molto importanti per il paziente. Il primo di questi; il paziente non ha avuto un intervento chirurgico a cielo aperto. Di conseguenza, il tempo di recupero, la degenza in ospedale, la degenza in terapia intensiva sono brevi e il tasso di utilizzo del sangue in chirurgia è quasi inesistente. La qualità della vita precoce del paziente è piuttosto elevata rispetto all'intervento chirurgico. Uno dei fattori più importanti è che il rischio di mortalità, cioè il tasso di mortalità, è inferiore nel primo periodo rispetto alla chirurgia a cielo aperto. Ma quando consideriamo tutto questo, non dovremmo mai dimenticarlo. I risultati a medio e lungo termine di questi trattamenti non sono molti. La qualità della vita ei vantaggi di vita che fornisce nel primo periodo possono scomparire dopo uno o due anni. Le ripetizioni e le procedure di follow-up sono più comuni nelle procedure interventistiche che nella chirurgia a cielo aperto. Sebbene la durata della terapia intensiva e della degenza ospedaliera sia più lunga nella chirurgia a cielo aperto, si è visto che il vantaggio della chirurgia a cielo aperto è maggiore all'aumentare della durata. Le procedure chirurgiche aperte sono ancora considerate il gold standard di questo lavoro.

E le procedure chirurgiche aperte?

Sono operazioni di grandi dimensioni rispetto alle procedure endovascolari. Sebbene la chirurgia a cielo aperto sia eseguita in modo minimamente invasivo attraverso incisioni più piccole, la chirurgia a cielo aperto è ancora percepita come operazioni importanti rispetto alle procedure endovascolari. L'obiettivo è eliminare completamente l'area dell'aneurisma malato e fornire continuità sostituendola con una vena artificiale. Poiché non ci sono altri vasi di grandi dimensioni come l'aorta nel corpo, un vaso artificiale è obbligatorio. Eliminiamo gli aneurismi utilizzando innesti in poliestere, PTF, stile Dakon.

Fonte: Mynet