Cos'è la sindrome del tunnel carpale? Come viene trattata?

CHE COS'È LA SINDROME DEL TUNNEL CARPALE?

La sindrome del tunnel carpale, che è frequente oggi e aumenta con la nuova tecnologia, è tra le malattie dell'età moderna. La malattia, chiamata anche trappola della neuropatia mediana, si verifica nei polsi.

Il disagio manifestato dalla pressione del sistema nervoso della mano, del polso e dal collo e l'edema nei tessuti connettivi possono rendere difficile la vita quotidiana. Questa sindrome, che le donne sperimentano di più, limita i movimenti e provoca dolore nella zona del polso. Questa malattia, che di solito si verifica nel medioevo, può essere vista in entrambi i polsi. La sindrome, che è la più comune nella categoria della compressione nervosa, impedisce anche ai muscoli di muoversi liberamente.

Questa condizione può essere una delle cause di molte malattie come il diabete, l'obesità, l'artrite reumatoide e la gotta. Questa sindrome, che le donne incinte incontrano frequentemente, coincide con il periodo in cui i liquidi aumentano. La sindrome, che si verifica a seguito della compressione del nervo mediano, mostra i suoi sintomi durante la notte. Questo caso, che si verifica dopo l'intervento di ernia cervicale, causa anche la perdita di sensibilità.

TRATTAMENTO DELLA SINDROME DEL TUNNEL CARPALE

La diagnosi di questa malattia viene fatta da un esame fisico da parte di specialisti neurologici. Utilizzando le tecnologie EMG e KTS, vengono determinate la gravità della malattia e la causa del suo verificarsi. Può anche essere diagnosticato facendo ultrasuoni e raggi X. E a seconda della gravità della malattia, possono essere applicati farmaci o esercizi fisici. Il paziente può essere curato con B6 e terapia diuretica e cortisone, farmaci antinfiammatori non steroidei.

Nei casi gravi e nelle situazioni che non rispondono al trattamento si esegue l'intervento chirurgico e si tiene a lungo sotto osservazione il paziente. Finché questa sindrome non viene presa sul serio, i muscoli del pollice possono sciogliersi e portare a conseguenze peggiori. La persona può perdere completamente la funzione delle dita.