L'attacco di panico uccide?

L'attacco di panico, che viene fornito con intensi attacchi di angoscia o paura, è uno dei maggiori problemi di salute delle persone di oggi.

Istanbul University Istanbul Faculty of Medicine, Department of Psychiatry and Humanite Psychiatry Medical Center Director Prof. Dott. Sedat Özkan ha parlato di coloro che erano curiosi del disturbo da attacco di panico.

L'ansia, uno dei disturbi psichiatrici, è una malattia considerata all'interno dei disturbi d'ansia. Al giorno d'oggi, l'incidenza della malattia aumenta di giorno in giorno. La diagnosi della malattia risale alla guerra civile americana negli anni '60 dell'Ottocento. Un medico di nome Da Costa deve affrontare un forte dolore toracico e palpitazioni, nonostante l'assenza di qualsiasi danno fisico nei soldati.

Sigmund Freud ha chiamato questa condizione "nevrosi da ansia" nel 1895. Il mondo medico ha condotto ricerche per decifrare la malattia da oltre un secolo.

Gli attacchi di panico sono attacchi di forte angoscia o paura che iniziano improvvisamente e si ripresentano di tanto in tanto, lasciando la persona in soggezione. L'attacco inizia all'improvviso e di solito raggiunge il culmine in 10 minuti o meno. Questa sensazione è spesso accompagnata dalla sensazione che il pericolo si avvicina, che accadrà qualcosa di brutto e dal desiderio di scappare. I pazienti spesso si riferiscono a queste convulsioni come "convulsioni".

UNA PERSONA NON MUORE PER UN ATTACCO DI PANICO

Coloro che cercano un trattamento per gli attacchi di panico spesso descrivono le loro paure in modo molto intenso. Dicono "sentivo che stavo per morire", "ho perso il controllo", "pensavo di avere un infarto o un ictus". Tutti questi sintomi inducono la persona a provare sentimenti come ansia, terrore, ansia, tensione, nervosismo e impotenza. Ma non si muore di attacchi di panico.

È più comune nelle donne

È 2-3 volte più comune nelle donne che negli uomini. Il 75-80% dei pazienti sono donne. Aumentano le persone con più ansia per l'abbandono. Ci si aspetta che l'attacco di panico aumenti poiché le persone della nostra età rimangono sole come individui. La sua prevalenza una tantum è stata trovata tra l'1,5 e il 3,5% in diversi studi. Questo tasso sta aumentando di giorno in giorno.

RISPOSTE CON INSIGHT

La sensazione di insicurezza e l'ansia per la perdita del controllo sono alla base degli attacchi di panico. Le persone di oggi hanno difficoltà ad adattarsi a nuove situazioni. Sebbene la nostra esistenza biologica sia la stessa da migliaia di anni, gli esseri umani di oggi incontrano molti nuovi stimoli. Eventi che vanno dai terremoti degli ultimi anni alla crisi economica, dai bombardamenti delle torri gemelle al rischio di guerra nucleare, dal rischio di malattie infettive all'influenza suina, sconvolgono la salute mentale e fisica dell'individuo.

La prima reazione a un pericolo proveniente dal mondo esterno è la paura. L'essere umano spaventato reagisce con il suo corpo e i suoi istinti. O sta scappando o sta combattendo l'oggetto di cui ha paura. Ha anche difficoltà quando non può sfuggire o distruggere la fonte della minaccia.

QUALI SONO I SINTOMI?

Prof. Dott. Sedat Özkan ha attirato l'attenzione sui sintomi che indicano attacchi di panico:

Palpitazione

Sensazione di battito cardiaco o aumento della frequenza cardiaca

Sudorazione

Tremori o tremori

Mancanza di respiro o sensazione di soffocamento

Fiato corto

Dolore al petto o senso di costrizione toracica

Nausea o dolore addominale

Vertigini, sensazione di caduta o svenimento

Percezione dell'irrealtà, distacco da sé

Paura di perdere il controllo o di impazzire

La paura della morte

Parestesia (sensazione di intorpidimento o formicolio)

Si vedono brividi, brividi o vampate di calore eccessive.