Protegge l'aneto dal gozzo

Il gozzo è un disturbo ormonale molto comune che si verifica a causa di una secrezione insufficiente di ormone tiroideo nella zona della gola. L'insufficienza tiroidea si trasforma in gozzo negli stadi avanzati e aumenta il rischio di cancro. Alcuni integratori alimentari possono prevenire la progressione della malattia.

Aneto: 15 minuti prima dei pasti, 1 cucchiaio di aneto fresco viene masticato e poi deglutito con 2-3 sorsi d'acqua. Questa cura riequilibra gli ormoni tiroidei e li aiuta a lavorare in modo sano. Distrugge piccoli noduli.

Cipolla-aglio: Mangiare cibi che contengono iodio è il metodo più efficace per curare il gozzo. Le piante che contengono naturalmente iodio sono le carote e le rape. Soprattutto la cipolla e l'aglio sono molto utili contro il gozzo poiché contengono sia vitamine del gruppo B che iodio.

Prezzemolo: Questa pianta, che è una fonte di calcio, vitamina A, vitamina C, potassio e ferro, è tra le piante medicinali di cui possono beneficiare i pazienti affetti da gozzo. Previene il processo di malattie con le sue proprietà antiossidanti e la rigenerazione dei tessuti nel corpo.

Semi di girasole: Il selenio e lo zinco sono necessari per il nostro corpo affinché la ghiandola tiroidea funzioni correttamente e regolarmente. Questi due preziosi minerali si trovano anche nel girasole. Nei casi in cui gli ormoni necessari per il nostro corpo non possono essere spesi nei luoghi necessari, provoca varie malattie. Tra queste malattie ci sono anche i disturbi della tiroide. Poiché i semi di girasole contengono sia zinco che selenio, sono buoni per la malattia del gozzo.

Noccioline: Anche le noci svolgono un ruolo importante in termini di funzionamento della tiroide e perdono l'efficacia del gozzo. Pistacchio, mandorla, nocciola e noce sono raccomandati per i pazienti affetti da gozzo. Tuttavia, si consiglia di non mangiare troppo.

Olio d'oliva: È particolarmente importante che i pazienti affetti da gozzo prestino attenzione agli alimenti che consumano. Si raccomanda di evitare oli diversi dagli oli vegetali nei disturbi del gozzo dopo aver determinato gli alimenti raccomandati per i pazienti gozzo oi tipi di alimenti che sono scomodi da consumare a seconda dei tipi di gozzo. Questi oli, che sono ricchi di oli omega-3 e rafforzano il sistema immunitario, riducono al minimo l'infezione, così come l'olio d'oliva contenente vitamina E, che fa bene alla malattia del gozzo, è l'olio che dovrebbe essere preferito da quelli con malattia da gozzo.

Latticini: La vitamina B supporta le ghiandole tiroidee e aumenta anche l'effetto dello iodio. Il pane a base di fegato, rognone, funghi e farina non filtrata è ricco di vitamine del gruppo B.

Prodotti del mare: Il pesce è una ricca fonte di olio Omega-3. Il minerale di selenio che contiene è necessario per il normale funzionamento delle ghiandole tiroidee. Occorre assumere una quantità adeguata di iodio per la produzione degli ormoni tiroidei, essenziali per il metabolismo.

Se la tiroide lavora troppo, si verifica un aumento della pressione sanguigna e della temperatura corporea. Se la tiroide funziona meno, provoca problemi come aumento di peso, affaticamento, costipazione, diminuzione dell'attenzione, depressione, brividi, unghie secche, rottura dei capelli e aumento del colesterolo.

Fonte: calendario