Cos'è l'oidio?

QUANDO È LA MALATTIA DELL'ASCOLAZIONE?

Nelle zone dove l'oidio è coltivato nei campi e nei giardini, in ortaggi come melone, cetriolo, zucca, anguria, gombo; Nei luoghi in cui viene effettuata la coltivazione in serra, cetrioli, meloni, pomodori, melanzane, peperoni e così via. È generalmente visto ogni anno nelle verdure. La malattia inizia dalle foglie inferiori delle piante. Quindi passa a foglie fresche e germogli. L'aspetto dell'oidio sulla pianta è che ci sono macchie sul lato superiore delle foglie, a volte su entrambi i lati inferiore e superiore, come se fosse stata cosparsa di farina. Le macchie si combinano nel tempo e coprono l'intera foglia.

COSA SI VEDE NELLA MALATTIA BASSA?

Le piante di cenere non possono crescere, fiorire, i frutti diventano insipidi. Se la malattia è molto avanzata, ci sarà la caduta di foglie e frutti. Quando la malattia dell'oidio si osserva in alcune piante nell'ambiente, si diffonde a nuove piante dal vento e dagli insetti. Umidità del 60-70% e temperature fino a 27 ° C sono molto adatte per la diffusione della malattia e la contaminazione durante la stagione. L'oidio si diffonde maggiormente nelle giornate nuvolose e nuvolose rispetto al tempo piovoso.

La malattia trascorre l'inverno sulle foglie delle piante come un organo riproduttivo nero e rotondo. In primavera, questo organo riproduttivo si sviluppa e le spore che si formano qui si diffondono e la malattia si verifica nelle nuove piante.