Un trattamento corretto salva vite nel cancro al fegato!

Supervisore dell'unità di trapianto di fegato dell'Università di Marmara (MÜ) Pendik Training and Research Hospital Prof. Dott. Ender Dulundu ha affermato che al giorno d'oggi il numero di casi di cancro è in aumento come conseguenza naturale del prolungamento dell'aspettativa di vita media delle persone.

IL CANCRO DEL FEGATO È TRA I 5 TIPI DI CANCRO PRINCIPALI

Sottolineando che il cancro al fegato è tra i primi 5 tipi di cancro più comuni, Dulundu ha spiegato che le ragioni più importanti di ciò sono la diffusione del cancro nel colon o in qualsiasi parte del corpo al fegato, fegato grasso dovuto al sovrappeso e all'epatite a causa dei virus dell'epatite B e C.

Prof. Dott. Dulundu ha affermato che il livello di coscienza dei pazienti è aumentato ed è stato più facile raggiungere i medici rispetto al passato, pertanto le istituzioni sanitarie sono state consultate più frequentemente e ha affermato: "Parallelamente allo sviluppo della tecnologia, i medici hanno l'opportunità di rilevare anche lesioni molto piccole nel fegato, tomografia computerizzata o risonanza magnetica. Oltre a tutti questi benefici, questa situazione porta alla formazione di un gruppo di pazienti che vanno porta a porta con una massa nel fegato, con molte pellicole in mano , alla ricerca di una cura per i loro problemi. Sebbene la maggior parte di queste masse nel fegato siano benigne, i pazienti sono preoccupati di essere maligni. I pazienti spesso devono sottoporsi a tomografia o riprese simili inutilmente per anni e molte volte per una lesione che è stata compresa essere benigni fin dall'inizio e venire da noi con una lima spessa. Dirigere il paziente in un centro specializzato in questo argomento eviterà riprese non necessarie che causano ansia inutile e radiazioni inutili ".

"IL NUMERO DI METASTAS NON È IMPORTANTE SE C'È TESSUTO SUFFICIENTE QUANDO LE MASSE VENGONO RIMOSSE."

Inoltre, poiché un gruppo di pazienti non è stato indirizzato al centro competente dopo la prima diagnosi, Dulundu ha affermato di aver utilizzato la chemioterapia, che può essere molto utile se applicata nel posto e nel momento giusto, inutilmente per molto tempo. può essere trattato con "ha detto.

Prof. Dott. Ender Dulundu ha affermato che la chemioterapia causa anche danni alle cellule epatiche normali e questo rende rischioso l'intervento chirurgico, e ha continuato come segue: "Ancora peggio, alcuni di questi pazienti non traggono beneficio nonostante la chemioterapia e la massa è troppo avanzata per essere operata e il possibilità di intervento chirurgico. Quello che voglio sottolineare qui non è che la chemioterapia non è necessaria, ma che è utile se viene applicata al paziente giusto. Il numero di metastasi non è molto importante se c'è abbastanza tessuto lasciato quando le masse, specialmente i tumori originati dall'intestino crasso, vengono rimossi nel tessuto epatico. abbiamo pietre. Se i tessuti sono sani, anche una grande parte del fegato viene rimossa, il corpo può tollerarlo. Tutti questi interventi possono essere eseguiti solo in centri avanzati dove branche come la chirurgia, l'oncologia e la radiologia si avvicinano al paziente con spirito di squadra. Pertanto, i pazienti dovrebbero essere indirizzati a questi centri. In questo modo, impediranno loro di perdere le loro possibilità di intervento chirurgico, preoccuparsi per anni di una massa benigna e fare film inutilmente molte volte ".