Cos'è la pressione sanguigna?

PERCHÉ L'IPERTENSIONE?

L'ipertensione è causata dallo squilibrio del sistema cardiovascolare appartenente al sistema circolatorio, che garantisce l'equilibrio della pressione sanguigna entro certi limiti. Nella maggior parte dei pazienti ipertesi, l'aumento anormale della frequenza cardiaca e la contrazione del sistema vascolare, particolarmente associato a fattori emotivi come eccitazione, affaticamento, tristezza, causano un aumento anormale della pressione sanguigna. Questa situazione di solito si verifica nelle persone inclini all'ipertensione nelle prime fasi quando la malattia non è completamente stabilita. Nella fase successiva, l'equilibrio tra i meccanismi di controllo che mantengono la pressione sanguigna a un certo livello viene completamente interrotto. In questo caso, c'è una risposta di contrazione anormale nei vasi sanguigni anche a riposo e la resistenza vascolare che il cuore deve superare è alta. Di conseguenza, la pressione sanguigna minore e maggiore rimane costantemente alta se una o entrambe, come spesso accade, vengono lasciate incustodite. La malattia da ipertensione è più comune negli anziani, soprattutto con l'aumentare dell'età, poiché i vasi sanguigni perdono la capacità di rilassarsi maggiormente.

Chi è visto?

Come spiegato sopra, l'ipertensione è causata dalla rottura dei meccanismi che equilibrano la pressione sanguigna creata dal sistema cardiovascolare. Questo squilibrio è più comune nelle persone con un'elevata storia familiare di ipertensione. In altre parole, la malattia da ipertensione è codificata nei geni in misura significativa. Inoltre, l'equilibrio di contrazione e rilassamento del sistema vascolare tende in alcuni casi a deteriorarsi. Alcuni fattori che facilitano questa situazione; obesità, attività quotidiana limitata (vita sedentaria), consumo eccessivo di sale, età avanzata, fumo, diabete (resistenza all'insulina), stress, consumo eccessivo di alcol e alimentazione inappropriata. Non è possibile associare l'ipertensione a uno solo dei fattori sopra descritti. La maggior parte dei pazienti con ipertensione può avere molti fattori.

Nei casi di ipertensione non correlata a una specifica malattia, generalmente non è possibile trovare una causa concreta che porti all'ipertensione. Pertanto, la causa non è chiara in almeno l'80% dei pazienti con ipertensione (ipertensione essenziale). C'è un'altra malattia o fattore che causa l'ipertensione in un piccolo numero di pazienti con ipertensione, specialmente in età adulta. Questa condizione è chiamata ipertensione secondaria. Tra alcune malattie o fattori che causano l'ipertensione; insufficienza renale, malattia vascolare renale, tumore della ghiandola surrenale, stenosi congenita nell'arteria principale e alcuni farmaci.

QUALI SONO I PROBLEMI CAUSATI DALL'IPERTENSIONE?

L'ipertensione colpisce i pazienti in due modi. Nel primo di questi, aumenti particolarmente improvvisi della pressione sanguigna disturbano i pazienti. Un improvviso aumento della pressione sanguigna, che si manifesta con sintomi come mal di testa, vampate di calore, dolore al collo e mancanza di respiro, a volte può trascinare il paziente al pronto soccorso. Questi aumenti della pressione sanguigna, specialmente quando l'ipertensione non può essere controllata con i farmaci, o quando il paziente interrompe il farmaco, a volte possono causare seri problemi alla qualità della vita del paziente. Il problema può progredire fino allo stato di incoscienza (crisi ipertensiva), specialmente in caso di aumenti improvvisi gravi della pressione sanguigna (crisi ipertensiva) e può richiedere un trattamento di emergenza. Altri importanti problemi associati ai picchi di pressione sanguigna sono l'emorragia cerebrale e l'ictus. Il secondo effetto dell'ipertensione che richiede un trattamento permanente sono i suoi effetti a lungo termine sul cuore e sui vasi. L'ipertensione prolungata esercita un carico costante sul cuore e sui vasi che compongono il sistema circolatorio. Il suo effetto sul cuore è l'ispessimento del muscolo cardiaco e, a lungo termine, l'allargamento e l'allargamento del cuore. L'effetto più indesiderabile e irreversibile dell'ipertensione prolungata sul cuore è l'insufficienza cardiaca. L'ipertensione a lungo termine è un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. In altre parole, le persone con ipertensione incontrollata da molto tempo hanno maggiori probabilità di avere un infarto e malattie cardiovascolari.

L'ipertensione ha effetti importanti sul sistema vascolare del corpo. Nelle persone con ipertensione incontrollata, aumenta la possibilità di allargamento dell'aorta, che è l'arteria principale, e quindi di rottura. Inoltre, il deterioramento strutturale e funzionale si verifica nei vasi che alimentano le estremità interne e gli organi del corpo con l'effetto dell'ipertensione a lungo termine. Malattia cardiovascolare dovuta all'effetto dei vasi cardiaci, malattia cerebrovascolare (restringimento carotideo) e paralisi dovuta all'effetto dei vasi cerebrali, insufficienza renale dovuta al deterioramento della struttura dei vasi renali e del rene, problemi visivi dovuti all'effetto di i vasi oculari, disturbi legati alla deambulazione per effetto dei vasi laterali inferiori e avanzati È più comune nei pazienti con ipertensione cancrena alle gambe durante le fasi.

COME VIENE TRATTATA?

Il modo più efficace per sbarazzarsi degli effetti negativi a breve e lungo termine dell'ipertensione è mantenere la pressione sanguigna entro limiti normali. Lo scopo degli aumenti temporanei della pressione sanguigna dovuti a motivi reversibili e correggibili è correggere la situazione che causa un aumento della pressione sanguigna. In assenza di un fattore correggibile e transitorio, se l'aumento della pressione sanguigna persiste o si verifica frequentemente, il trattamento deve essere iniziato.

COME DEVE ESSERE LA NUTRIZIONE?

Esistono metodi di trattamento non farmacologico, farmacologico e interventistico per l'ipertensione. I pazienti ipertesi devono apportare alcuni cambiamenti con la loro dieta, attività e abitudini. È molto importante per le persone ipertese limitare il sale nella loro dieta. Inoltre, gli alimenti con un alto contenuto di grassi e carboidrati dovrebbero essere limitati. Bevande stimolanti ormonali come la caffeina dovrebbero essere consumate con moderazione.

L'IMPORTANZA DELL'ESERCIZIO

È noto che l'esercizio fisico e la perdita di peso causano una diminuzione della pressione sanguigna a un certo livello, anche senza farmaci. I farmaci che causano un aumento della pressione sanguigna (in particolare i farmaci contro i reumatismi, alcuni farmaci antinfluenzali) non dovrebbero essere usati se possibile. Se lui / lei fuma, un paziente con ipertensione dovrebbe smettere definitivamente di fumare.

La perdita di peso, l'esercizio fisico e l'adesione alla dieta da soli possono ridurre la pressione sanguigna fino a un certo livello. Indipendentemente dal fatto che il farmaco venga utilizzato o meno, è molto importante che il paziente presti attenzione a questi problemi e che abbia il minor numero di problemi possibile nella vita con ipertensione, che è una malattia che dura tutta la vita.

VITA SESSUALE

La vita sessuale è una delle questioni importanti che destano interesse e curiosità nei pazienti con pressione alta. Il problema di impotenza può essere riscontrato in un numero significativo di pazienti che hanno frequenti problemi di pressione sanguigna, soprattutto per ragioni psicosomatiche. Ancora una volta, poiché si pensa che il problema della pressione sanguigna sia un'anomalia dell'ordine vascolare, possono verificarsi problemi di libido organica. Con un'adeguata regolazione della pressione sanguigna e una valutazione urologica, può essere fornita una soluzione per i pazienti con problemi sessuali. Ancora una volta, i pazienti con pressione sanguigna possono sperimentare aumenti eccessivi della pressione sanguigna associati alle prestazioni durante il rapporto o successivamente diminuzioni della pressione sanguigna con sudorazione. In questi casi, potrebbe essere necessaria un'adeguata regolamentazione dei farmaci.

Alcuni pazienti potrebbero aver bisogno di usare farmaci che aumentano la potenza sessuale. Queste persone dovrebbero assolutamente consultare il proprio medico sull'uso di farmaci per la pressione sanguigna con proprietà vasodilatatrici, soprattutto nelle ore serali quando prenderanno i farmaci. I farmaci che aumentano la potenza sessuale non dovrebbero essere usati nei pazienti che usano farmaci noti come nitrati.

I FARMACI SONO UNO DEI PASSI PIÙ IMPORTANTI NEL TRATTAMENTO DELL'IPERTENSIONE

Il trattamento farmacologico può variare in base alle ulteriori malattie del paziente, alle caratteristiche personali, agli effetti collaterali dei farmaci e alla risposta di controllo della pressione sanguigna ai farmaci. Sebbene un singolo farmaco sia sufficiente per alcuni pazienti, molti farmaci possono essere necessari per il controllo della pressione sanguigna in alcuni pazienti. Il punto più importante qui è; Il trattamento dell'ipertensione dura tutta la vita. La pressione sanguigna scende ai limiti normali con i farmaci utilizzati nel trattamento. Tuttavia, se il trattamento viene interrotto, la pressione sanguigna raggiungerà ancora i valori precedenti. Per questo motivo, il trattamento non deve essere interrotto e un medico deve essere controllato almeno una volta all'anno. I pazienti che sono sotto terapia regolare o che non usano farmaci possono avere un aumento della pressione sanguigna, soprattutto a causa di fattori come eventi emotivi, stanchezza e alimentazione eccessiva. In questi casi, se la pressione sanguigna è ancora alta nonostante il riposo, i metodi tradizionali come il succo di limone e l'aglio possono funzionare. Sebbene ci siano dati limitati su questi metodi, è più appropriato assumere alcuni farmaci per abbassare la pressione sanguigna rapida (come il captopril) per via sublinguale e masticando, specialmente nei casi con disturbi eccessivi.

In alcuni pazienti, l'ipertensione può non essere controllata nonostante tutte queste raccomandazioni vitali e correlate ai farmaci. Questi pazienti sono per lo più quelli che soffrono di attacchi di ipertensione dovuti a fattori emotivi come lo stress. L'attivazione del sistema, che consente al sistema cardiovascolare di lavorare velocemente o in modo attivo, è fornita dagli ormoni rilasciati dai reni. È stato sviluppato un metodo di trattamento interventistico per desensibilizzare il sistema nervoso che stimola il rene che avvia questa attivazione. In questo metodo di trattamento, chiamato denervazione renale, il dispositivo viene inviato nelle arterie renali con un processo angiografico e viene tentato il danneggiamento dei nervi lungo il vaso. Con questo trattamento, il numero di farmaci necessari per il controllo della pressione sanguigna dei pazienti con ipertensione può essere ridotto e persino la necessità di farmaci può essere eliminata in un piccolo numero di pazienti.