Quali sono i sintomi del fuoco di Sant'Antonio?

È noto come "ustione notturna" tra la gente. Le eruzioni cutanee che interessano una certa area del fuoco di Sant'Antonio sono sotto forma di vesciche che formano insieme un arco o un aspetto simile a una fascia, raccogliendo prima l'acqua e poi trattenendo una crosta.

Lo stesso virus che causa la varicella, chiamato varicella zoster, causa anche l'herpes zoster. Una volta che questo virus è nel corpo, attende che il sistema immunitario del corpo sia indebolito e, quando ne ha l'opportunità, interviene e provoca la comparsa dell'herpes zoster.

La depressione, lo stress, la vecchiaia e varie malattie possono essere annoverate tra le cause della debolezza del corpo. Poiché il virus che causa l'herpes zoster è un virus che infetta le radici nervose, anche il dolore da herpes zoster può essere piuttosto grave. Le aree della schiena, del torace, dell'addome, dei fianchi, delle braccia, delle gambe, del collo, della testa e del viso sono le aree colpite dal fuoco di Sant'Antonio. Tra queste regioni, il disturbo del fuoco di Sant'Antonio è visto principalmente al petto e alla testa.

CAUSE DELLA ZONA

Se una persona ha la varicella, significa che il virus che abbiamo menzionato sopra si è depositato in alcuni nervi del corpo. Questo virus, che causa la varicella e poi l'herpes zoster, può rimanere in attesa per anni senza causare problemi all'organismo. L'herpes zoster si verifica quando il virus viene riattivato nei nervi dopo molti anni dalla varicella.

Non è completamente spiegato perché il virus agisca all'improvviso e causi l'herpes zoster. Tuttavia, è noto che il sistema immunitario sceglie un periodo in cui si indebolisce.

L'herpes zoster può essere visto in quasi tutte le fasce d'età, ma il rischio è maggiore nelle persone di età superiore ai 50 anni. Questa situazione può essere spiegata dall'indebolimento del sistema immunitario del corpo nella vecchiaia. Anche coloro che hanno avuto la varicella prima dell'età di un anno e coloro che hanno un sistema immunitario indebolito a causa di una malattia o di farmaci sono considerati più suscettibili al fuoco di Sant'Antonio.

Se elenchiamo i motivi che causano o innescano l'herpes zoster:

Avere avuto un virus / varicella chiamato varicella zoster che causa anche la varicella

Indebolimento del sistema immunitario (dovuto a stanchezza, malattie, farmaci, ecc.)

Avere più di 50 anni

Depressione

Stress, trauma

LA ZONA SARÀ DI NUOVO?

Non esiste una regola secondo cui il virus agirà ogni volta che il sistema immunitario viene indebolito. Inoltre, non tutte le persone con la varicella hanno l'herpes zoster. Nella maggior parte dei pazienti, dopo la varicella si verifica un solo attacco di fuoco di Sant'Antonio per tutta la vita. L'herpes zoster è considerato una malattia non ricorrente, ma raramente ci sono pazienti in cui la malattia si ripresenta Non esiste ancora una cura per l'herpes zoster. Dopo l'insorgenza della malattia, vengono effettuati trattamenti per alleviare i sintomi.

ZONA È INFETTIVA?

Una delle prime domande che molte persone hanno è se l'herpes zoster è contagioso. La persona che viene a contatto con ferite da fuoco di Sant'Antonio può contrarre questa malattia come la varicella, non l'herpes zoster. Un adulto o un bambino che non ha avuto la varicella o il vaccino contro la varicella nella loro infanzia possono contrarre l'infezione se entrano in contatto diretto con le ferite dell'herpes zoster. Tuttavia, il virus della varicella zoster è entrato nel corpo di questa persona per la prima volta. Pertanto, questa persona infetta ha la varicella, non l'herpes zoster. Le persone che hanno avuto la varicella o l'herpes zoster prima sono resistenti all'herpes zoster.

L'herpes zoster si manifesta con sintomi come dolore, formicolio, bruciore e prurito in una determinata area. Prima si possono vedere mal di testa, debolezza, sintomi influenzali senza febbre, sensibilità alla luce. Bruciore e dolore possono essere gravi e possono comparire prima che si verifichi un'eruzione cutanea o la formazione di vesciche sulla pelle. In generale, il dolore nella zona della schiena e del torace spesso causa il sospetto di altre malattie. Le vesciche piene d'acqua sulla pelle si trasformano in ferite incrostate.

Poiché il virus dell'herpes zoster colpisce i nervi, se la malattia non viene curata, possono verificarsi sintomi più gravi come perdita dell'udito, perdita della vista, paralisi facciale, incapacità di muovere i muscoli, possono verificarsi infezioni. In rari casi, l'herpes zoster può colpire la testa, il viso e gli occhi. Il trattamento deve essere iniziato immediatamente, specialmente nel fuoco di Sant'Antonio che colpisce l'occhio. Anche gli organi interni del polmone, del cervello o dell'apparato digerente possono essere colpiti dal fuoco di Sant'Antonio.

TRATTAMENTO ZONA

Nel trattamento del fuoco di Sant'Antonio, è necessario utilizzare un farmaco che combatterà il virus. Questo medicinale riduce il dolore, abbrevia la durata della malattia e previene gravi problemi nella fase avanzata della malattia. Il farmaco deve essere iniziato entro 3 giorni dalla sensazione di bruciore e dolore. È meglio iniziare il trattamento prima che compaiano le vesciche sulla pelle.

La diagnosi e il trattamento precoci sono molto importanti per l'herpes zoster. Questo perché l'herpes zoster è una malattia che colpisce i nervi. Se il trattamento viene ritardato, c'è il rischio che il dolore del fuoco di Sant'Antonio persista a lungo, anche dopo che l'eruzione cutanea e le ferite sono guarite.

Poiché il corpo è indebolito, il riposo occupa un posto importante nel trattamento del fuoco di Sant'Antonio. Inoltre, durante il processo di guarigione delle ferite deve essere eseguita una medicazione regolare e occorre prestare attenzione per prevenire una nuova infezione.

Sebbene queste misure siano prese per alleviare il fuoco di Sant'Antonio, dovrebbe essere studiata anche la causa che indebolisce il sistema immunitario. Ad esempio, alleviare lo stress o se c'è una malattia, dovrebbe essere preso in considerazione il trattamento di questa malattia.