Come passa un porcile?

Un porcile è un tipo di infezione che si manifesta con gonfiore, arrossamento, prurito e dolore alla palpebra a causa dell'infiammazione delle radici delle ciglia. Questo gonfiore simile all'acne è essenzialmente un ascesso pieno di pus. È un processo doloroso che si sviluppa con una sensazione di pienezza alla palpebra, dolore e prurito, seguita da arrossamento, gonfiore, dolore, dolore, bruciore, lacrimazione e prurito alle ciglia.

Sebbene un porcile di solito si sviluppi con arrossamento e gonfiore che può essere visto dall'esterno, a volte può anche verificarsi in profondità nella palpebra. Non si sa se c'è qualcuno che non ha sperimentato questa sensibilità oculare nemmeno una volta nella vita; Tuttavia, non è difficile superare il problema dell'orzaiolo con le precauzioni da prendere e le semplici modalità di trattamento da applicare.

Cosa causa un porcile?

Un porcile è solitamente causato da un'infezione agli occhi causata da un batterio chiamato stafilococco. Le basi delle ciglia o le ghiandole che si trovano qui possono bloccarsi a causa di motivi come l'eccesso di olio e batteri e possono causare ascessi. Un porcile è spesso innocuo, guarirà spontaneamente con piccoli rimedi. Questi gonfiori, che possono essere curati con medicazioni calde e curati drenando il pus all'interno, sono chiamati hordeolum in linguaggio medico. Se il porcile che non guarisce e progredisce perché non trattato, si trasforma in una ciste, prende il nome di calazio. Se l'orzaiolo si trasforma in una cisti, potrebbe essere necessario un intervento avanzato o anche un approccio chirurgico.

Quali sono i trattamenti per il porcile?

Il porcile è un'infezione agli occhi di origine microbica. Questa infezione può anche provenire dall'esterno e può anche essere causata dall'infezione di batteri che attaccano il corpo resiliente. I batteri, che si trovano in una posizione dormiente nel corpo umano, agiscono quando la resistenza diminuisce e si manifestano come infezioni in vari organi e tessuti. Quando la resistenza del corpo diminuisce, se la persona è privata del sonno, questi batteri colpiscono l'occhio e causano l'orzaiolo.

Ambienti sporchi e contaminati, scarsa attenzione all'igiene, insufficiente assunzione di cibo; Situazioni psicologiche negative come tristezza, ansia, ansia, stress, tensione possono portare all'indebolimento della resistenza e dell'immunità del corpo; Questo fa sì che i batteri che sono pronti nel corpo ad attaccare. Colpiscono da dove sei debole in qualsiasi modo. Se i tuoi occhi sono molto stanchi, lavori sodo e dormi meno, i batteri ti spareranno negli occhi con uno "scalogno".

La prima soluzione che viene in mente per il trattamento dell'orzaiolo dovrebbe essere quella di andare dal medico. Il trattamento da applicare da un oftalmologo, farmaci, pomate, gocce o antibiotici sono le soluzioni più affidabili. Ci sono fasi nel mirino. Se la fase iniziale è ben gestita e trattata correttamente, il rischio di recidiva dell'orzaiolo viene eliminato. L'autotrattamento non è raccomandato per il porcile. L'applicazione di aglio sulla zona del porcile, l'applicazione di impacchi con tè di cotone e metodi domestici simili non possono mai sostituire l'intervento medico da eseguire da un medico specialista.

Quando hai un problema con l'orzaiolo, non aspettarti che vada via da solo. Il porcile che assomiglia al passato potrebbe aspettare subdolamente il momento in cui si poserà sulla palpebra e si ripresenterà. Per questo motivo, il rischio di infezione delle ghiandole della cartilagine palpebrale si riduce con i farmaci da utilizzare. Se il porcile viene lasciato solo, può danneggiare non solo l'occhio, ma anche altri tessuti del corpo. Il metodo chirurgico può essere applicato nei porcili che non guariscono.

Cosa puoi fare a casa per un trattamento dell'orzaiolo?

L'aglio è abbastanza comune tra le persone nel trattamento dello scalogno. Per le sue proprietà germicide in molte malattie, in particolare nei disturbi immunitari, il metodo noto per schiacciare l'aglio, che è frequentemente utilizzato come antibiotico internamente ed esternamente, alla zona del porcile, viene utilizzato da molte persone; ma non è una soluzione altamente raccomandata dai medici.

A parte questo, sbucciare e grattugiare la patata, metterla in un canovaccio e chiuderla sulla

- Per stendere negli occhi il cotone inzuppato nella calda camomilla di maggio,

Mangiare molta verdura cruda, frutta e aglio

Comprimendo gli occhi con tè ai semi di lino preparato,

- Spalmate la polenta preparata con patate lesse, tuorlo d'uovo e latte caldo su un canovaccio e adagiatela nell'occhio,

- Il porcile può essere alleviato un po 'con metodi che possono essere fatti a casa, come mettere sull'occhio del cotone o un panno imbevuto di tè al finocchio; Tuttavia, è meglio andare da un oftalmologo e cercare aiuto medico.

Cosa bisogna considerare quando esce un porcile?

Se hai spesso orzaioli negli occhi, dovresti prima consultare un medico. Un porcile negli occhi è la prova che la resistenza del corpo è bassa. La bassa resistenza del corpo è anche una porta aperta per altre infezioni e malattie. Pertanto, l'immunità del corpo dovrebbe essere tenuta sotto controllo durante i periodi di rimozione dell'orzaiolo.

L'occhio con un porcile non deve essere toccato a meno che non sia molto necessario. Soprattutto nella fase iniziale del porcile, il porcile viene toccato prima che la formazione della capsula possa scoppiare e contaminare l'ambiente circostante. Può anche diffondersi nei tessuti e causare infezioni gravi e diverse. Per questo motivo, sarebbe meglio spingere l'orzaiolo dall'oculista non appena inizia. Le mani e gli oggetti toccati devono essere puliti, dopo aver toccato gli oggetti, le mani non devono entrare in contatto con gli occhi e devono essere lavati frequentemente.