Informazioni generali sul trapianto di cellule staminali

Il trapianto di cellule staminali è chiamato l'intero processo di evacuazione totale o parziale del midollo osseo del paziente, posizionando qui le cellule staminali prelevate da un gruppo di tessuti compatibile e una persona completamente sana, la proliferazione e infine l'eliminazione di molte malattie maligne e benigne.

Le cellule staminali utilizzate per il trapianto possono essere ottenute dal midollo osseo, dal sangue o dal cordone ombelicale. Sebbene la procedura sia stata tradizionalmente chiamata trapianto di midollo osseo poiché le cellule staminali sono ottenute dal midollo osseo all'inizio del processo di trapianto, oggigiorno il termine trapianto di cellule staminali ematopoietiche (che formano il sangue) (HSCT) è preferito perché le cellule staminali possono anche essere ottenute al di fuori del midollo osseo.

Il trapianto di cellule staminali è uno dei metodi utilizzati nel trattamento di alcune malattie del sangue maligne, carenze di midollo osseo e malattie del sangue congenite. Quando al paziente vengono somministrate cellule staminali che formano il sangue da qualcun altro, il trapianto allogenico di cellule staminali viene definito trapianto autologo di cellule staminali quando è prodotto dalle proprie cellule staminali. Il tipo di trapianto da applicare al paziente viene deciso in base al tipo di malattia o alla condizione attuale.

CHE LIVELLO DEVE ESSERE LA CONFORMITÀ TRA ACQUIRENTE-TRASMETTITORE?

Se non esiste un donatore completamente compatibile, pienamente compatibile (8/8) per i trapianti da un altro, vengono utilizzati donatori compatibili con tessuti quasi pieni (7/8 o 9/10) o parziali (mezzo adattamento = aploidentico). Questi individui possono essere principalmente membri della famiglia o donatori non imparentati se non esiste un donatore familiare adatto. Nei trapianti effettuati dal sangue del cordone ombelicale, la concordanza può essere a livello di 6/6, 5/6 o 4/6. Tuttavia, oltre alla selezione, vengono valutati la quantità di cellule del sangue del cordone ombelicale nelle banche, l'anno di conservazione, ecc. E la compatibilità HLA insieme ad altre caratteristiche.

COME OTTENERE LE CELLULE STAMINALI PER IL TRAPIANTO?

Le cellule staminali utilizzate per il trapianto sono ottenute da tre fonti: midollo osseo, sangue o cordone ombelicale.

Nel trapianto allogenico di cellule staminali, quale delle suddette fonti di cellule staminali verrà utilizzata viene determinata in base alla malattia sottostante del paziente, allo stato della malattia, alle caratteristiche del donatore e alle preferenze del donatore.

La fonte preferita di cellule staminali nei trapianti autologhi (auto) è solitamente ottenuta dal sangue.

Se le cellule staminali devono essere raccolte dal sangue del paziente, nei trapianti autologhi, le cellule staminali del paziente vengono raccolte dal donatore sano nel periodo più appropriato della malattia, se trapianto allogenico. Il solo fattore di crescita viene applicato per 4-6 giorni per rimuovere le cellule staminali nel sangue. La chemioterapia può essere utilizzata anche prima della raccolta delle cellule staminali nei trapianti autologhi dal paziente. Le cellule raccolte nei trapianti autologhi vengono conservate nella relativa unità del centro trapianti con metodi speciali per mesi o addirittura anni fino al giorno del trapianto. Nei trapianti allogenici, le cellule vengono solitamente trapiantate immediatamente.

METODO DI RILEVAMENTO DEL TRASMETTITORE (DONATORE) NEL SISTEMA ESISTENTE

Per i pazienti che saranno sottoposti a trapianto allogenico di cellule staminali, se non è possibile determinare un donatore idoneo nello screening del donatore familiare, fino a 25-30 persone possono essere testate sotto sicurezza sociale per lo screening familiare esteso (parenti fuori famiglia). Se non può essere trovato durante questo screening, viene prima verificato se esiste un donatore idoneo tra i dati nazionali registrati per il donatore idoneo. Se nei registri nazionali non viene trovato alcun donatore, è possibile consultare e sottoporre a screening le banche dati internazionali sui tessuti.

Per lo screening di donatori non parenti, viene presentata domanda dal centro trapianti ad uno dei centri di screening nel nostro Paese presso il centro dove verrà effettuato il trapianto. Ci sono un totale di 2 centri di screening nel nostro paese. Il primo è TRIS presso l'Università di Istanbul e l'altro è TRAN presso l'Università di Ankara. Questi centri hanno anche centri di donazione volontaria che registrano i donatori di cellule staminali. La tipizzazione dei volontari viene effettuata in laboratori di tipizzazione tissutale accreditati dalla Società Europea di Immunogenetica all'interno di queste Facoltà di Medicina.

Tutte queste spese per la determinazione dei donatori sono sotto la previdenza sociale, ma poiché il numero di donatori registrati nel sistema di dati nazionali non è sufficiente, è improbabile trovare donatori all'interno del paese e gli screening internazionali richiedono tempo e probabilmente portano al mancata identificazione di donatori idonei per ciascun paziente nello screening internazionale a causa di differenze genetiche. Il numero di donatori volontari nel nostro paese può essere visualizzato su www.bmdw.org o www.kokhucrebagisla.com può essere utilizzato per informazioni.

INFORMAZIONI NECESSARIE PER CHI VUOLE DIVENTARE CANDIDATO DONATORE

COME DIVENTARE UN TRASMETTITORE DI CELLULE STAMINALI NON PARENTI?

Qualsiasi persona sana di età compresa tra 18 e 55 anni e con un peso di almeno 50 kg può essere un donatore di cellule staminali. Fornire queste condizioni significa che la persona ha determinate qualità di salute. Pertanto, la donazione sarà qualificata e, naturalmente, aumenteranno le possibilità di successo del trapianto di cellule staminali per il paziente. I candidati donatori (donatori) non dovrebbero avere malattie particolarmente infettive, malattie del sistema immunitario. Coloro che sono candidati a donatori possono essere trovati idonei per un paziente bisognoso con una probabilità di uno su mille o uno su un milione, a seconda delle caratteristiche del tipo di tessuto. Pertanto, potrebbero dover rimanere nel sistema di registrazione per anni. Per questo motivo, a chi vuole essere donatore viene chiesto di avere 50 anni al momento dell'iscrizione al sistema.

COSA VIENE RICHIESTO AL TRASMETTITORE VOLONTARIO DURANTE LA REGISTRAZIONE?

Due piccole provette di sangue da 5 ml vengono prelevate dal donatore volontario e il modulo di consenso informato del midollo osseo / cellule staminali viene compilato da lui. Dopo che il sangue del donatore è stato esaminato (test di tipizzazione dei tessuti che determineranno la compatibilità con i pazienti), la persona viene registrata come donatore volontario nella banca dei tessuti non relativi. I costi di questi test estremamente costosi non sono coperti dall'assicurazione sanitaria universale. Tuttavia, la tipizzazione dei tessuti dei volontari può ancora essere effettuata in TRAN nell'ambito di un progetto sostenuto dal DPT e dall'Università di Ankara. Informazioni aggiornate su questo argomento sono disponibili su www. Può essere visualizzato da kokhucrebagisla.com.

COSA SUCCEDE SE LA PERSONA CON UN REGISTRO VOLONTARIO È COMPATIBILE CON UN PAZIENTE?

I gruppi di tessuti di persone con registrazione di donatori volontari vengono abbinati alle domande dei pazienti pervenute a centri di screening di donatori non parenti in ambiente informatico e, se viene rilevato un donatore compatibile, vengono contattati dal centro Donatori volontari non parenti. Se il volontario accetta ancora di donare e le sue condizioni di salute sono adeguate, viene invitato per un ulteriore esame. Il motivo di questi esami avanzati è che i test di tipizzazione tissutale vengono ampliati se non sono al livello desiderato e nel frattempo vengono nuovamente verificati. . Dopo la determinazione del donatore più adatto, vengono avviati esami e test per dimostrare che sono sani.

Tuttavia, i pazienti potrebbero non essere sempre così fortunati. Anche tra i quasi 20 milioni di volontari nel mondo, una persona adatta (10/10, 8/8, 7/8 o 9/10) potrebbe non essere trovata. In questo caso, le cellule staminali possono essere ottenute da genitori come il legamento del cordone ombelicale e i genitori, che sono risorse in cui non è richiesta la compatibilità dei tessuti. Tuttavia, le percentuali di successo di questi trapianti non sono così alte come quelle di donatori di pari livello o non imparentati.

COME SI DÀ IL MIDOLLO OSSEO / LE CELLULE STAMINALI?

Dopo aver determinato il candidato più idoneo da parte del centro di screening dei donatori non parenti, i medici trapiantisti del paziente informeranno la banca del midollo sulla fonte di cellule staminali che ritengono adatta ai loro pazienti. Questo può essere midollo osseo o sangue. Tuttavia, l'ultimo decisore è il suo candidato. Il modo in cui si ottengono il midollo osseo o le cellule staminali del sangue per ottenere le cellule staminali è incluso nel consenso informato. Queste diverse opzioni sono anche riassunte di seguito.

COME PRENDERE UN MIDOLLO OSSEO?

Viene eseguito in sala operatoria in condizioni sterili, in anestesia generale. Il midollo osseo prelevato dal bacino del donatore con aghi speciali viene trasferito in una o due sacche. In altre parole, il processo non richiede alcuna operazione e punti. Tuttavia, al fine di sostituire il sangue perso dal corpo durante la procedura, il sangue prelevato alcune (poche) settimane prima che il candidato donatore gli venga restituito in questo momento. A volte, può essere necessaria una richiesta di sangue aggiuntiva dalla banca del sangue.

COME RACCOGLIERE LE CELLULE STAMINALI DAL SANGUE AMBIENTALE?

Oltre al classico metodo di prelievo del midollo osseo descritto sopra, ora esiste un altro metodo che viene utilizzato più frequentemente. In questo metodo, un farmaco viene applicato sotto la pelle due volte al giorno, che porta le cellule staminali nel sangue per 4-6 giorni. Successivamente, le cellule del midollo osseo vengono raccolte dal sangue per mezzo di una macchina, come se donassero piastrine. Questo processo può richiedere fino a 2 ore ciascuno per un giorno o due. Non necessita di anestesia.

COME OTTENERE LE CELLULE STAMINALI DAL SANGUE DEL CORDONE?

Le cellule staminali derivate dal sangue del cordone ombelicale sono ottenute dal cordone ombelicale del bambino durante la nascita. Viene conservato nelle banche del sangue del cordone ombelicale per essere utilizzato per il trapianto di cellule staminali allogeniche. La compatibilità dei tessuti è ricercata anche nei trapianti di sangue del cordone ombelicale. Per il trapianto di sangue del cordone ombelicale, è generalmente preferito in coloro che non hanno un donatore parente o non parente adatto al tessuto. Valutando questa importantissima fonte di cellule staminali che viene gettata via durante il parto e conservandola nelle banche, il trapianto di cellule staminali può essere effettuato molto rapidamente senza la necessità delle procedure sopra descritte. Tuttavia, il piccolo volume di questo prodotto è una caratteristica limitante. Attualmente, la banca del sangue del cordone ombelicale per uso non relativo nel nostro paese viene effettuata solo nella banca del sangue del cordone ombelicale dell'Università di Ankara (codice BMDW: T1CB). Nessuna commissione viene addebitata per questa operazione estremamente costosa nell'ambito del progetto SPO previsto per ora. Questa banca accetta solo donazioni di sangue cordonale da Ankara Medicine, Hacettepe Medicine e Zekai Tahir Burak Maternity Hospital in conformità con la licenza ottenuta dal Ministero della Salute.

QUALE FREQUENZA DI CELLULE RADICALI POSSONO ESSERE RICHIESTE I TRASMETTITORI?

Una volta che il donatore ha donato le cellule staminali, spetta a loro scegliere se rimanere o meno registrate nella banca dei tessuti non relativa. Una volta donato, donare nuovamente non comporta alcun danno in termini di salute. In alcuni casi, al donatore può essere chiesto di donare nuovamente se la malattia del paziente dopo il trapianto migliora in modo insufficiente, se ricade o le cellule fornite non tengono.

CHE COSA POSSONO GLI EFFETTI DELLA DONAZIONE VOLONTARIA DI STELI AL DATORE?

Non sono stati segnalati problemi che potrebbero interessare la forza lavoro che potrebbero derivare dall'assunzione di cellule staminali dal midollo osseo o dal sangue. In generale, si può avvertire un lieve dolore nelle aree in cui il midollo osseo viene prelevato con gli aghi. La maggior parte dei donatori si sente abbastanza bene da lasciare l'ospedale subito dopo la procedura. Una piccola parte di loro lascia l'ospedale il giorno successivo. Si raccomanda al donatore di evitare comportamenti che richiedono movimenti corporei intensi per alcuni giorni dopo la somministrazione del midollo osseo. Se si verifica l'anemia, viene somministrato il suo trattamento. Quando le cellule staminali vengono raccolte dal sangue, il ricovero non è generalmente richiesto dopo la procedura. Tutti i donatori vengono controllati 3, 6 e 12 mesi dopo la donazione.

COSA SUCCEDE SE LA PERSONA CHE È UN VOLONTARIO SI REGISTRA CAMBIA IDEA?

Anche se registrato come donatore, nessuno può essere obbligato a donare cellule staminali. Il cambiamento di opinione del donatore dopo che l'idoneità è stata determinata provocherà una grande eccitazione, panico e persino tristezza nel paziente. Naturalmente, c'è la possibilità che il trattamento del paziente non possa essere continuato e la sua vita possa essere persa perché non viene trovato nessun altro donatore. Per questo motivo, quando si esegue sin dall'inizio il prelievo di sangue per la tipizzazione dei tessuti, se la possibilità di rinunciare è elevata in futuro, è opportuno considerarlo attentamente e iscriverlo al sistema per non sprecare risorse estremamente difficili. Le informazioni su chi doneranno i volontari non possono essere tolte dai centri di screening e donatori di volontariato prima che sia trascorso almeno un anno dal trasferimento e senza il consenso dei riceventi e dei donatori.

Nel nostro paese, la registrazione dei donatori volontari di cellule staminali, la donazione e la banca delle informazioni sui tessuti vengono effettuate nei seguenti due centri.